Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Obiettivo 16: PACE, GIUSTIZIA E ISTITUZIONI SOLIDE

Pace, giustizia e istituzioni forti

L’Università di Trieste contribuisce all’Obiettivo 16 – “Pace, giustizia e istituzioni solide” attraverso:

L’ATTIVITÀ ISTITUZIONALE

L’Università di Trieste è impegnata in iniziative volte a promuovere migliori pratiche organizzative relative alla governance e collaborando a livello locale, nazionale e internazionale in iniziative per la pace e la giustizia. UniTs al suo interno persegue finalità, coerenti con l’Obiettivo 16, quali:

- essere responsabile, efficace e trasparente a tutti i livelli di governo per assicurare il più corretto svolgimento dei propri compiti;

- improntare a efficienza ed efficacia le politiche universitarie anticorruzione, rendendo trasparente ed equa l’applicazione delle norme vigenti in ogni settore

- prevenire e contrastare i conflitti di interesse e gli illeciti

- assicurare un processo decisionale reattivo, inclusivo, partecipativo e rappresentativo a tutti i livelli

- garantire l’accesso del pubblico alle informazioni e proteggere le libertà fondamentali

Tale impegno si concretizza con:

- l’adozione di un Programma triennale per la Trasparenza e l'Integrità;

- l’adozione del “Codice di comportamento per la prevenzione delle molestie nei luoghi di lavoro e di studio dell’Università degli Studi di Trieste a tutela della dignità della persona”;

- l’istituzione della “Consigliera di Fiducia” per contrastare discriminazioni, molestie e lesioni della dignità o mobbing;

- l’attività del “Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni – CUG

- l’adozione, nell’ambito del Piano Integrato 2020, di azioni volte a:

  • contrastare le discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere;
  • favorire l’inclusione del personale e degli studenti/studentesse con disabilità

- le norme di Ateneo di tutela dei diritti dei lavoratori e l’attività di promozione di ambienti di lavoro sicuri e protetti per tutti i suoi dipendenti e gli studenti assicurate dal Servizio Prevenzione Protezione;

- l’adozione della Policy di Ateneo per l’integrità e l’etica della ricerca in conformità con la Carta Europea dei Ricercatori;

- l’istituzione di due organismi deputati a formulare pareri di natura etica sulle attività di ricerca:

  • il Comitato Etico di Ateneo;
  • l'Organismo Preposto al Benessere degli Animali dell'Ateneo (OPBA)

- la partecipazione al Gruppo di Lavoro “Inclusione e Giustizia Sociale” all’interno della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS), con l’obiettivo di rafforzare il ruolo delle università nella costruzione di contesti inclusivi, sostenibili, equi, attenti alla parità di genere, improntati a giustizia sociale e capaci di lottare contro le disuguaglianze;

Contribuisce al raggiungimento dell’Obiettivo 16 l’attività dei Delegati del Rettore per:

  • Affari legali e trasparenza
  • Politiche del personale, relazioni sindacali e welfare
  • Condizioni di lavoro, salute e sicurezza dei lavoratori
  • Bilancio
  • Comunicazione e Brand Strategy
  • Semplificazione amministrativa e accordi istituzionali

L’ATTIVITÀ DIDATTICA

L’offerta formativa di UniTS include insegnamenti e corsi di laurea, laurea magistrale, i dottorati e in generale un’offerta post-lauream, delle diverse strutture dipartimentali, attinente le tematiche rilevanti per l’Obiettivo 16, soprattutto per le aree giuridiche, sociologiche e politologiche, economiche e tecnologiche.

In particolare, il corso di laurea in Giurisprudenza fornisce tra i suoi sbocchi occupazionali l’accesso all’avvocatura, alla professione notarile e alla magistratura.

grafico laurea giurisprudenza


LA RICERCA E LA TERZA MISSIONE

Contribuiscono all’Obiettivo 16 l’attività di ricerca, di terza missione, trasferimento delle conoscenze e public engagement delle strutture dipartimentali (ArTS -Archivio della ricerca di Trieste), in particolare di Scienze della Vita, gli Spin-Off e le Start-up del sistema di trasferimento tecnologico dall’Università di Trieste.

La partecipazione centri interuniversitari:

  • Centro interuniversitario Analisi e simboli istituzioni politiche CASIP
  • Centro interuniversitario di ricerca di diritto comparato
  • Centro interuniversitario Analisi dell'Interazione e della Mediazione – AIM
Maria Cristina Barbieri, "Tutela della salute pubblica e controllo sociale: prove di legalità nel periodo dell’emergenza sanitaria", in: Gian Paolo Dolso, Maria Dolores Ferrara, Davide Rossi (a cura di), "Virus in fabula. Diritti e Istituzioni ai tempi del covid-19", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2020, pp. 249-259
avviso giornata trasparenza

riflessioni Zaky

Sara Tonolo
Prof. di Diritto internazionale e direttrice del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

annuncio evento convivere con Auschwitz