Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Rose Libri Musica Vino

Data evento: 
Da  28/05/202128/05/2021

Dopo il tutto esaurito del 21 maggio si conclude venerdì 28 maggio 2021 nel Parco di San Giovanni a Trieste la nota rassegna culturale: in programma tra l’altro l’anteprima nazionale de “La poesia degli alberi” di Mino Petazzini e un omaggio a Dante proposto dal Dipartimento di Fisica e dall’Osservatorio Astronomico cittadini

Sarà la poesia che canta la natura a chiudere in bellezza la X edizione di “Rose Libri Musica Vino”, che — dopo lo stop dovuto alla pandemia e un’inaugurazione sfortunata a causa della pioggia — nella seconda e nella terza giornata ha visto una grandissima partecipazione di pubblico, che ha pacificamente invaso il roseto del Parco di San Giovanni immergendosi nel profumo delle rose al massimo della fioritura.

Venerdì 28 maggio, quarta e ultima giornata della Rassegna promossa dalla cooperativa sociale Agricola Monte San Pantaleone in collaborazione con l’Università degli Studi di Trieste e curata da Patrizia Rigoni, il protagonista principale sarà Mino Petazzini, poeta e direttore della Fondazione Villa Ghigi di Bologna, che alle ore 18 presenterà in anteprima nazionale il suo ultimo libro “La poesia degli alberi. Un’antologia di testi su alberi, arbusti e qualche rampicante” (Luca Sossella Editore, Roma 2020), un inno alla vicinanza tra esseri umani e alberi, fondamentali alleati nella salvaguardia del pianeta. Si tratta di un’antologia che colma un vuoto e di cui l’attore Alessandro Mizzi ci darà un assaggio.

Il pomeriggio inizierà come sempre con una passeggiata, questa volta di tipo naturalistico, che partirà alle ore 15.30 e sarà guidata dall’erpetologa Gaia Fior; alle ore 17.15 seguirà una conversazione su “La rosa custode del silenzio” a cura di Donata Degrassi, dell’associazione di volontariato “Amici del Roseto di San Giovanni”: “il silenzio è cosa viva”, infatti, è il tema di quest’ultima giornata, che dopo aver dato la parola a compagni silenziosi quali sono gli alberi alle ore 18.45 si metterà in ascolto di Daniele D’Agaro, clarinetto e sax tenore, e della sua Kufufuka Suite; alle ore 19.30 è l’ora del vino e della storia silenziosa del Prosekar, un vino già citato nel Seicento, nato sul Breg, il versante rivolto al mare sotto l’altopiano carsico: ce la racconterà Žarko Bucavec, vignaiolo in Prosek-Prosecco, che dialogherà con la giornalista Simonetta Lorigliola e proporrà il Prosekar metodo Charmat e il Prosekar metodo classico.

Alle ore 20.30, a conclusione della manifestazione e del pomeriggio, andrà in scena un omaggio a Dante nel 700° anniversario della morte: si tratta di uno degli eventi in programma in Friuli Venezia Giulia previsti dal progetto interdisciplinare “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte”, che gode del contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e con una vasta rete di partnership è stato ideato dall’Università di Trieste, che ha riletto la Divina Commedia non solo come straordinaria opera letteraria e artistica ma pure come fonte di spunti scientifici stimolanti anche nel contesto contemporaneo: «Pur nella scrupolosa osservazione della realtà» commenta la prof.ssa Maria Peressi, docente di Fisica e referente dell’iniziativa, «Dante, da maestro qual è, tiene insieme scienza e arte attraverso uno sguardo di ammirazione e di stupore, che è poi il motore della conoscenza»: descrive con geniali analogie e precisione scientifica fenomeni e concetti fisici e matematici in terzine mirabili dal punto di vista letterario ed artistico. L’animazione sarà curata da Vieri Candelise, del Dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste, e da Thomas Gasparetto, Erik Romelli e Daniele Tavagnacco, dell’Osservatorio Astronomico di Trieste; le musiche saranno eseguite dai Filaments of Existence (Giorgio Giacobbi, sax e live electronics, e Camilla Collet, batteria e live electronics); le conclusioni saranno affidate al prof. Pierluigi Monaco, che insegna Introduzione all’Astrofisica al corso di laurea in Fisica dell’Università di Trieste.

Gli incontri si svolgeranno in presenza e saranno aperti al pubblico nel rispetto delle misure generali per la prevenzione e il contenimento dell’emergenza Covid-19; sono disponibili 200 posti a sedere a ingresso libero con prenotazione obbligatoria sul sito www.montepanta.it

Gli eventi saranno registrati e fruibili in differita su YouTube; in caso di maltempo saranno sospesi al pubblico.