Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Terzo appuntamento a Trieste con il Caffè delle Scienze

Data evento: 
Da  08/11/201808/11/2018

Giovedì 8 novembre il terzo appuntamento a Trieste con il Caffè delle Scienze, al Caffè Tommaseo, piazza Tommaseo 4/c, Trieste ore 17.30

Giovedì 8 novembre alle 17.30 Andrea Nardini e Sabina Passamonti terranno un incontro dal titolo “Dall’acqua al vino”. Andrea Nardini racconterà come il bicchiere di vino che degustiamo contenga soprattutto acqua e mostrerà come le quantità di acqua necessarie per produrre quel bicchiere di vino siano sorprendentemente elevate. Le piante di vite, infatti, consumano molta acqua per produrre i preziosi grappoli e i cambiamenti climatici richiedono sempre più frequentemente interventi di irrigazione dei vigneti. In molte aree del mondo il mantenimento delle produzioni viti-vinicole comporta un rischio in termini di eccessivo consumo di risorse idriche, ma può costituire un’opportunità perché, regolando i volumi di irrigazione dei vigneti, possiamo produrre un vino migliore anche per la nostra salute.

A seguire Sabina Passamonti spiegherà che cosa succede quando beviamo un bicchiere di vino. Alcune sostanze tipiche, come i pigmenti, sono immediatamente assorbite nello stomaco e viaggiano nel sangue solo per alcune decine di minuti. Si possono ritrovare in diversi organi come il cervello. In gran parte transitano nell’intestino, dove saranno ridotte a frammenti più piccoli e anche questi passano nel sangue e vanno in diversi organi. Queste molecole agiscono come se fossero dei farmaci anti-età, proteggendo le cellule dagli stress ossidativi. Numerose ricerche indicano che il moderato consumo di vino ci aiuta a mantenere il nostro organismo in salute. Tutti questi effetti sono vanificati se si eccede nel consumo.

Relatori

Andrea Nardini è professore associato di Fisiologia vegetale presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste. Le sue ricerche si concentrano sui meccanismi di assorbimento e trasporto dell’acqua nelle piante e sui meccanismi di risposta alle condizioni di carenza di acqua.

Sabina Passamonti è docente di Biochimica del Dipartimento di Scienze della Vita. Le sue ricerche hanno rivelato come i polifenoli del vino sono assorbiti nel sangue e distribuiti nell’organismo, contribuendo a capire la relazione tra vino e salute.

I Caffè delle Scienze e delle Lettere, organizzati dall’Università di Trieste, sono conversazioni informali tra ricercatori e cittadini sui più svariati argomenti scientifici, con l’obiettivo di rafforzare il dialogo tra l’Ateneo e la cittadinanza, attraverso lo scambio di opinioni e conoscenze sui risultati della ricerca universitaria.

Caffè delle Scienze a Trieste e Gorizia

Referente: prof. Massimo Avian - avian@units.it, prof. Piero Paolo Battaglini - battagli@units.it, prof. Elisabetta Pizzul - pizzul@units.it

Dipartimento di Scienze della Vita

 

Per informazioni e aggiornamenti, e per consultare il calendario dei prossimi appuntamenti: www.caffedellescienze.eu

Il Caffè delle Scienze e delle Lettere si può seguire anche sui canali Twitter e Facebook.

 

I Caffè delle Scienze e delle Lettere sono organizzati da quattro Dipartimento dell’Università di Trieste:
Dipartimento Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute
Dipartimento di Scienze della Vita
Dipartimento di Fisica
Dipartimento di Studi Umanistici

Sono realizzati in collaborazione con:
Comune di Pordenone
Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS
Conservatorio di musica Giuseppe Tartini, Trieste
Liceo Scientifico Galileo Galilei, Trieste
Istituto Tecnico Statale Grazia Deledda – Max Fabiani, Trieste
Liceo Scientifico Oberdan, Trieste
ISIS D’Annunzio, Gorizia
Liceo Artistico Max Fabiani, Gorizia
Polo tecnico liceale d’Annunzio – Fabiani, Gorizia
Polo Liceale, Gorizia
Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia
Assicurazioni Generali
Teatro Bàndus
Circolo Culturale Astronomico di Farra d’Isonzo

Il Caffè dei Quanti è stato finanziato da:
TEQ – Testing the large-scale limit of quantum mechanics
Horizon 2020 Framework Programme of the European Union