Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Spettacoli online dei corsi di teatro di I e II livello del Cut Trieste

29 Giugno, 2020

Quest'anno gli spettacoli di fine corso saranno particolari per tutti: è stata una sfida per gli insegnanti e per gli studenti, che si sono cimentati con passione, coraggio e curiosità in questa forma così peculiare di lezione e di prove. Siamo sicuri, però, che il ricordo di quest'anno di corso di teatro e di questo "debutto online" è un ricordo che rimarrà sempre.

Si comincia sabato 27 giugno alle ore 20.30 sulla pagina Facebook del Cut Trieste con il gruppo del corso di teatro di primo livello tenuto da Diana Hobel. Andrà in scena il primo atto di "Sogno di una notte di mezza estate", e ogni sabato per 5 settimane, sempre alle 20.30, andrà in scena un altro atto dello spettacolo.
Domenica 28 giugno 2020 alle ore 19.00 invece, sempre sulla pagina Facebook del Cut Trieste, debutta il gruppo del corso di teatro di secondo livello, con "La Visita" ispirato a "La visita della vecchia signora" di Friedrich Dürrenmatt e con la regia di Valentina Milan.

Diffondete l'invito ad amici, parenti, conoscenti, a chi preferite: creeremo così un bel pubblico virtuale!

 

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE 

Sabato 27 giugno, sabato 4 luglio, sabato 11 luglio, sabato 18 luglio, sabato 25 luglio, ore 20.30
con il gruppo di teatro di primo livello del Cut Trieste, corso tenuto da Diana Höbel

“Dilettante: chi pratica una attività per piacere” E, qui, ci si diletta col teatro.
Come conclude Puck, a fine Quinto Atto del Sogno di Shakespeare:
"Se vi abbiamo irritato non prendetevela, perché questa storia da ogni logica è fuori: noi altro non v'offriamo che un sogno, della vostra indulgenza abbiam bisogno..."
Captatio benevolentiae, perché no?
Un sogno al quadrato, un sogno di teatro... su Zoom!

Quando è stato chiaro che non avremmo potuto proseguire il corso all'Università, con le improvvisazioni, i salti, gli abbracci, il lavoro sull'equilibrio dello spazio, e tutto quello che di basico si fa a un primo anno di un corso di teatro per studenti, pareva inevitabile sospendere tutto. Abbiamo voluto provare, ci siamo buttati tutti senza rete, senza paura di essere ridicoli, incoerenti, lenti lenti lenti, soprattutto per un video, provare a far parlare i personaggi attraverso delle finestrine, con connessioni incerte, microfoni gracchianti, e sguardi che si perdono nel nulla della propria cameretta di “regia”. Qualcuno con un lenzuolo da costume, qualcuno con delle foglie in testa come coroncina, qualcuno con la sua maglietta, gli occhiali, e l'orologio. Incerti, o spavaldi, a memoria o con copioni “nascosti” affianco dello schermo.
Con un solo obbiettivo: provarci! E divertirci! E questo è quanto. “Se abbiam fallito vi prometto questo che, per fuggire le lingue di serpente, faremo assai di più, prossimamente!”

LA VISITA

Domenica 28 giugno 2020 ore 19.00 
con il gruppo di teatro di secondo livello del Cut Trieste, regia di Valentina Milan

I cittadini di un villaggio ridotto in miseria attendono con ansia il ritorno a casa di Claire Zachanassian, una vecchia multimiliardaria nata e cresciuta nello sfortunato paese che lasciò da giovanissima. La vecchia sembra disposta a donare una cifra sostanziosa per salvare le sorti del villaggio, ma solo a una condizione: che qualcuno uccida Alfredo Ill, colpevole di averla messa incinta e abbandonata ancora giovanissima, colpevole della sua fuga dal paese. Tutti i cittadini rifiutano categoricamente: Güllen non si lascia tentare né comprare. Alfredo Ill è al sicuro tra i suoi concittadini. Eppure, se è vero che è la tentazione che fa l’uomo ladro…

Lo spettacolo trae ispirazione dall’opera del 1955 “La visita della vecchia signora” di Friedrich Dürrenmatt ed è il risultato del lavoro svolto durante l’anno con il gruppo di secondo livello del Cut Trieste. In seguito al lockdown le prove si sono inizialmente arrestate in attesa di capire che cosa ne sarebbe stato di noi, poi sono statetrasferite sulla piattaforma di videoconferenze Zoom.
Online è bello, sì ma non per tutti. Alcuni componenti hanno purtroppo abbandonato il gruppo durante la quarantena e noi abbiamo scoperto che non solo la nostalgia ma anche la distanza qualche volta può essere canaglia. Ma non ci siamo persi d’animo e così, dopo aver cercato un nuovo assetto e nuove energie, ci siamo buttati a capofitto nella creazione di uno spettacolo più adatto al mezzo video, abbiamo riscritto il testo su misura per questo diverso tipo di comunicazione, alternando momenti più prettamente teatrali ad azioni fisiche e a confessioni in pieno stile reality show.

Per informazioni:
info@cutrieste.com | 340 72 02 307 | http://cutrieste.com