Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Presentazione della mostra virtuale "Il confine più lungo. Dai conflitti alla riconciliazione sulla frontiera adriatica"

Data evento: 
Da  05/02/202205/02/2022

La mostra virtuale Il confine più lungo.  Dai conflitti alla riconciliazione sulla frontiera adriatica verrà presentata al pubblico sabato 5 febbraio 2022, alle ore 11:00, presso il Circolo della Stampa di Trieste, in Corso Italia 13 e in contemporanea su Zoom (CLICCA PER PARTECIPARE)

Si tratta di un'iniziativa realizzata in occasione del Giorno del Ricordo 2022 dall’Istituto nazionale Parri assieme all’Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell’Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia e al Dipartimento di scienze politiche e sociali dell’Università di Trieste (DiSPeS), in collaborazione con la Sezione di Storia ed Etnografia Biblioteca nazionale slovena e degli studi di Trieste, la Società di studi fiumani in Roma, l’Associazione giuliani nel mondo di Trieste e l’Istituto per gli incontri mitteleuropei di Gorizia.

La mostra virtuale, che ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Cultura, è stata curata da Raoul Pupo, già docente di Storia Contemporanea di UniTS, Fabio Todero e Štefan Čok.
VISITA LA MOSTRA

La presentazione si svolgerà secondo il seguente programma:

Saluti
Paolo Pezzino, Presidente dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri
Mauro Gialuz, Presidente dell’Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell’Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia
Georg Meyr, Direttore del Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università degli Studi di Trieste

Illustrazione generale
Chiara Boscarol, Divulgando S.r.l.

Illustrazione di alcuni pannelli
Raoul Pupo, Irsrec FVG
Fabio Todero, Irsrec FVG
Štefan Čok, Sezione di Storia ed Etnografia Biblioteca nazionale slovena e degli studi (OZE NŠK)

Interventi dei partner e dibattito

Coordina
Pierlugi Sabatti, Presidente del Circolo della stampa di Trieste

L'accesso in sala è consentito, fino ad esaurimento posti, previa prenotazione via mail. È obbligatorio essere muniti di GreenPass rafforzato e indossare la mascherina FFP2.