Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Piazzale Europa si veste di Tricolore

26 Marzo, 2020

 

«Carissime e Carissimi,
il nostro Paese, la nostra Regione, la nostra Città e tutte le Istituzioni, in particolare la Sanità e l’Università, hanno dimostrato di saper reagire tempestivamente, con unità di intenti ed efficacia di azione, all’epidemia del Covid19, evento inaspettato e drammatico nei tempi e nella dimensione.

L’abnegazione che i docenti, gli specializzandi ed il personale di area medica e sanitaria hanno messo in campo, in stretta collaborazione e sinergia con il Sistema Sanitario Regionale, è stata la migliore dimostrazione di una Sanità, unica e unita, che come diciamo da sempre, funziona e bene, al di là delle bandiere e delle strumentalizzazioni. Ricordiamocene in futuro.

Nel contempo i docenti, i ricercatori, il personale tecnico amministrativo e bibliotecario, l’intera comunità accademica, si è coordinata per raggiungere l’obiettivo primario dell’Ateneo, la salvaguardia assoluta delle carriere degli studenti, prevenendo ogni possibile conseguenza negativa sul loro percorso formativo.

La tecnologia ci ha aiutato, permettendo di erogare regolarmente la quasi totalità dei corsi on-line, di svolgere gli esami di profitto, le sessioni di laurea, di dottorato e di specializzazione. In 24 ore è stata applicata la più che opportuna norma nazionale che ha reso abilitante la laurea in medicina e chirurgia mettendo a disposizione, da subito, 150 professionisti laureati presso la nostra Università.

Anche eventi tradizionali quali “Porte aperte” sono stati riprogrammati in modalità virtuale; sono state riorganizzate le modalità lavorative e, ad oggi, il 90% del personale è in “lavoro agile”.

Abbiamo la serena consapevolezza che di fronte a situazioni drammatiche e complesse quali quelle che stiamo vivendo oggi, con trasparenza, responsabilità ed equilibrio si riescono a trovare soluzioni, dalle quali trarre esperienza per creare nuove opportunità domani.

Tutto ciò è stato possibile grazie all’impegno ed al sacrificio di ognuno di noi, a tutti i livelli, e di questo ci teniamo a ringraziarVi, ancora una volta, pubblicamente.

Manterremo senza dubbio la promessa di organizzare, appena sarà possibile, l’evento celebrativo “Graduation Day”, a cui parteciperanno tutti i triestini e non solo, per festeggiare i neo laureati e per presentare alle future matricole l’Università e la Città, che oggi, anche per la mancanza degli studenti, non è la stessa: tornerà presto ad esserlo!

Da questo momento e fino alla conclusione dell’emergenza, per segnare in modo tangibile con chiara testimonianza visiva, il ruolo dell’istituzione universitaria, nella e per la Società, la sede di Piazzale Europa verrà illuminata con il Tricolore della bandiera italiana, simbolo di integrazione, unità, solidarietà e fiducia.

Un sincero abbraccio, per ora, virtuale»

Roberto Di Lenarda e Sabrina Luccarini

 

[Foto: cortesia di Giovanni Aiello, della redazione di Trieste Prima]