Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

PhD Top Stories: La tossicità delle microplastiche

20 Luglio, 2020

È online il terzo contributo dedicato alla promozione dei risultati della ricerca dei nostri dottorandi.

Manuela Picardo, corso di Dottorato in Ambiente e Vita (interateneo Università di Trieste–Università di Udine) è andata a testare la tossicità di microplastiche (MP) di polietilene tereftalato (PET). 

La nostra dottoranda, con la tesi: "La tossicità delle microplastiche di PET, su specie chiave marine, è influenzata dal pH, dalle dimensioni delle particelle e dalla disponibilità di cibo" va ad analizzare l'effetto delle microplastiche sugli organismi marini. 

Il PET è il 5th polimero più prodotto in Europa e rifiuti in PET sono stati trovati nei fondali marini, sulle acque superficiali e lungo la costa. L'inquinamento da microplastiche è riconosciuto come una delle più serie minacce per la salute degli ecosistemi marini e potenzialmente anche per l'essere umano. Per microplastiche (MP) si intendono tutte quelle particelle di plastica di diametro < 5 mm. Il Mediterraneo è considerato un vero hot spot di inquinamento da plastica, infatti, presenta un accumulo di plastiche galleggianti tra le 1000 e le 3000 tonnellate. Le MP espongono gli organismi marini non solo al rischio fisico, ma anche al "cocktail" di sostanze chimiche. L'effetto di queste MP è stato analizzato in relazione ad altri fattori, come natura del polimero, forma e dimensioni delle MP, fluttuazioni del pH dell'acqua di mare ed alimentazione. 

I risultati ottenuti confermano la complessità del meccanismo di tossicità delle microplastiche. 
Continua la lettura