Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Nuovo appuntamento di Caffè Corretto Scienza

18 Ottobre, 2019

Siamo fatti così: il corpo umano dai disegni su carta ai modelli 3D

Terzo incontro dell’iniziativa “Caffè corretto Scienza”

Sala Brosadola, Convento di San Francesco, Cividale del Friuli

Venerdì 25 ottobre 2019

Caffè corretto Scienza è un progetto di divulgazione scientifica ideato dall’Università di Trieste, Dipartimento Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute, e finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. ll progetto è un ampliamento dei Caffè scientifici e letterari che l’Università di Trieste da anni organizza nei caffè storici: conversazioni informali tra studiosi ed esperti, in cui si affrontano argomenti di forte attualità con un approccio multidisciplinare.

L’iniziativa prevede sei incontri nel Friuli Venezia Giulia nella fascia oraria dalle 18 alle 20, i quali sono stati ideati per affrontare tematiche controverse di natura medica, di particolare impatto sociale, in modo non convenzionale e partecipativo grazie al dialogo tra due o più relatori, sia di area medico-scientifica che umanistica. A collegare gli incontri e le diverse tematiche sarà il genio eclettico di Leonardo da Vinci, nel quinto centenario della sua morte. Gli incontri saranno aperti al pubblico, che avrà la possibilità di partecipare alla discussione anche attraverso la compilazione di un questionario online, secondo le modalità della Citizen Science.

Il terzo incontro, dal titolo “Siamo fatti così: il corpo umano dai disegni su carta ai modelli 3D”, si terrà a Cividale del Friuli venerdì 25 ottobre dalle 18 alle 20, presso la Sala Brosadola del Convento di San Francesco. La tematica affrontata nel corso della serata sarà la rappresentazione del corpo umano nell’arte e nella medicina, cercando di utilizzare degli approcci inusuali e innovativi. I saluti iniziali verranno portati da Matteo Biasotto, responsabile scientifico del progetto, e da rappresentanti dell’amministrazione locale. L’uomo vitruviano è forse la rappresentazione del corpo umano più affascinante e famosa al mondo, e Leonardo è stato uno straordinario precursore dello studio dell’anatomia umana. Ne parlerà nella parte introduttiva Annalisa Perissa Torrini, storica dell'arte ed ex direttrice del Gabinetto dei Disegni e Stampe delle Gallerie dell'Accademia di Venezia, che illustrerà le caratteristiche dei disegni anatomici di Leonardo. Oggi le moderne tecnologie di acquisizione di immagini volumetriche ci consentono, a partire da una scansione, di ricostruire in maniera precisa e tridimensionale anche un intero corpo umano. Ciò consente al clinico di valutare la presenza di eventuali anomalie e di pianificare il trattamento più adatto. Quali sono i limiti di queste nuove tecnologie? Deborah Bonazza, specialista in Anatomia Patologica, parlerà delle possibilità di ricostruzione di un corpo umano mediante immagini acquisite con diverse tecnologie, fino ad arrivare a riuscire ad eseguire un’autopsia virtuale. Ma quanto contano ancora il disegno e la creatività nella descrizione del corpo umano? E l’illustrazione medica può essere considerata arte? Elisa Botton, illustratrice medica, descriverà l’importanza della riproduzione dell’anatomia nelle immagini per lo studio e la memorizzazione, e mostrerà al pubblico come nasce un disegno anatomico. Il professor Fabrizio Zanconati, docente di Anatomia Patologica, modererà questa serata nella quale partendo dai disegni di Leonardo parleremo di arte, anatomia, medicina e tecnologia. L’introduzione semiseria alla serata e l’invito al pubblico a rispondere ad un questionario on line saranno infine svolti dal ricercatore/attore del gruppo “Topi da laboratorio” Daniele Tenze, contribuendo ad avvicinare il pubblico in sala ai relatori e agli argomenti trattati.

I relatori

Fabrizio Zanconati si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Trieste e specializzato in Anatomia Patologica. Ricopre il ruolo di Professore Associato presso l’Università degli Studi di Trieste e Dirigente Medico presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Trieste, dove dirige l’UCO di Anatomia ed Istologia Patologica. Relatore su invito in numerosi corsi e congressi sia in Italia che all’Estero, è molto attivo anche nel campo della ricerca con numerose pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali.

Deborah Bonazza si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Trieste e specializzata in Anatomia Patologica. Presta servizio presso l’UCO di Anatomia e Istologia Patologica dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste. Da diversi anni collabora con gruppi di ricerca in ambito oncologico e non, sia a livello nazionale che internazionale. Numerose pubblicazioni testimoniano i progressi della sua ricerca. Docente di Anatomia e Istologia in diversi Corsi di Laurea Dipartimento Universitario Clinico di Scienze Mediche Chirurgiche e della Salute.

Elisa Botton si è laureata alla Scuola di Disegno Anatomico presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna e ha ora più di 15 anni di esperienza specifica nell’illustrazione medica. Collabora con le principali case editrici Italiane, case farmaceutiche e medici di fama internazionale. E’ specializzata nell’illustrazione e nella comunicazione odontoiatrica e in questi anni ha avuto l’onore di lavorare a stretto contatto con i migliori professionisti del settore. Fondatrice di ODAM Officina di Arte Medica.

Daniele Tenze è laureato in Geoscienze, attore, divulgatore e animatore scientifico presso l'Immaginario Scientifico di Trieste. E’ tra i fondatori della compagnia “Topi di laboratorio”, nata a Trieste dall'idea di alcuni brillanti ricercatori ed ex concorrenti di FameLab (il talent show della comunicazione scientifica) accomunati dalla passione per la divulgazione scientifica e per il teatro.

Caffè corretto Scienza è un’iniziativa di divulgazione scientifica aperta al pubblico organizzata dall’Università degli Studi di Trieste in partenariato con Comune di Pordenone, Comune di Sacile, International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology (ICGEB), Associazione Nazionale Volontari Lotta contro i Tumori (ANVOLT), Immaginario Scientifico e con la collaborazione organizzativa e artistica di Bonawentura/Teatro Miela. E’ un progetto di Trieste Città della Conoscenza, la rete che unisce le realtà delle ricerca triestina e promuove il dialogo fra scienza e cittadinanza.

Per i dettagli e il calendario completo degli appuntamenti consultare il programma su

www.units.it

www.miela.it

Caffè corretto Scienza

Contatti:

Ufficio Servizi per la divulgazione scientifica

Università degli Studi di Trieste

divulgazione.scientifica@units.it

Aurora Fantin 3488969263

Dipartimento Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute

Università degli Studi di Trieste

Katia Rupel 3473715244

krupel@units.it

Bonawentura/Teatro Miela

Laura Forcessini 3343324584

caterina.dellazonca@miela.it

 

Download: