Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Linuccia Saba e il cinema, un sogno negato. Due soggetti ritrovati

Data evento: 
Da  30/10/201930/10/2019

Alla fine degli anni Quaranta, Linuccia Saba scrisse per il cinema due soggetti, “Il triangolo della virtù” e “Una storia milanese”, che sono stati di recente ritrovati fra i copioni della regista Anna Gruber conservati alla Biblioteca Civica di Trieste.

EUT Edizioni Università di Trieste li propone nel volume intitolato Linuccia Saba e il cinema, un sogno negato, con un saggio introduttivo della giornalista e scrittrice Marina Silvestri e una nota critica di Sergio Grmek Germani.

Il libro sarà presentato al Circolo della Stampa di Trieste, in corso Italia 13, mercoledì 30 ottobre 2019 alle ore 17.30.

Interverranno l’italianista Fulvio Senardi e lo storico del cinema Sergio Grmek Germani, presidente del Festival I MilleOcchi.

Saranno presenti la curatrice e il responsabile EUT, Mauro Rossi.

Marina Silvestri, nel presentare il lavoro di Linuccia, esplora il rapporto della città e della famiglia Saba con il cinema: ricostruisce il ruolo dello zio Enrico Wölfler gestore di cinema e teatri, la stagione in cui il padre Umberto ideò slogan per il Cinema Italia, la figura del marito, Lionello Zorn Giorni scenografo e sceneggiatore, e il legame con lo scrittore e pittore Carlo Levi; tasselli di una vita trascorsa fra Trieste e Roma con rimandi alla rete di amicizie che Linuccia ebbe nella città natale e nel mondo artistico e cinematografico che frequentava il suo attico di via Due Macelli a Roma. Molti i nomi che compaiono in questa panoramica del mondo culturale e delle arti del Novecento, da Maria Lupieri ad Anita Pittoni e Mimise Guttuso, da Mario Soldati a Francesco Rosi.

Marina Silvestri, giornalista, ha lavorato nelle redazioni della Rai di Trieste, Roma e Trento, e curato programmi radiofonici e televisivi. Ha pubblicato testi di narrativa e saggistica tra i quali Aurelia Gruber Benco. L'identità europea e la politica della cultura (Ibiskos, Empoli 2009), Ambraverde (Palombi, Roma 2013), Lassù nella Trieste asburgica. La questione dei regnicoli e l'identità rimossa (Leg, Gorizia 2017).

Il volume è acquistabile sul sito: http://www.eut.units.it/

 

Per informazioni: EUT Edizioni Università di Trieste

eut@units.it

Tel. 040 5586138

Download: