Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

La salute riproduttiva delle donne straniere: il paese di partenza

Data evento: 
Da  15/04/201915/04/2019

Evento formativo organizzato dal IRCCS Burlo Garofolo nell’ambito del Progetto Integra - Rete transfrontaliera per le donne migranti: integrazione sociale, salute sessuale e riproduttiva

Lunedì 15 aprile 2019, dalle ore 14.30 alle 19.00

Aula Magna ENAIP di Via dell’Istria 57, Trieste

LA SALUTE RIPRODUTTIVA DELLE DONNE STRANIERE: IL PAESE DI PARTENZA

Lunedì 15 aprile 2019, dalle ore 14.15, presso l’Aula Magna ENAIP di Via dell’Istria 57, Trieste, con il convegno "Uno sguardo ai paesi di partenza" si chiude il percorso di studio e di lavoro dei medici e delle ostetriche del Burlo nell'ambito del Progetto "INTEGRA - Rete transfrontaliera per le donne migranti: integrazione sociale, salute sessuale e riproduttiva". Il progetto è stato finanziato nell'ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera INTERREG V-A Italia-Slovenia 2014-2020 dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.

Gli aspetti generali del progetto vengono trattati nella conferenza di sabato 13 aprile 2019 presso l’Auditorium della SSLMIT.

L’incontro di lunedì sarà mirato a capire, con l'aiuto dei medici del Centro Collaboratore dell'OMS del Burlo, da dove e perché arrivano le pazienti, e quale sia il modo più adatto per assisterle.

In FVG circa il 30% delle donne che partoriscono o si ricoverano nei reparti di ostetricia e ginecologia sono straniere, provengono principalmente da Romania, Albania, Ucraina, Serbia, Marocco, Cina, Kossovo, Bangladesh, Moldavia, Bosnia, Macedonia, Ghana, Nigeria. 

La salute riproduttiva è fortemente condizionata dalla cultura di provenienza - spiega la dott.ssa Scrimin, referente del progetto per il Burlo - e quindi spesso agli operatori sono richieste competenze specifiche per dialogare con le pazienti e aiutarle a fare le scelte di salute migliori per loro.

L'équipe che ha lavorato nell'ambito della Clinica Ginecologica ed Ostetrica universitaria diretta dal prof. Giuseppe Ricci, composta da Chiara Semenzato, Micaela Crisma e Laura Pomicino per il Burlo, Ornella Urpis per l'Università di Trieste, da Marko Mugosa per l'ospedale di Postumia, dopo avere studiato la letteratura scientifica, intervistato il personale degli ospedali di Trieste e Postumia, intervistato gruppi di pazienti, ha elaborato delle "linee guida per gli operatori sanitari" che verranno presentate e messe a disposizione ai seguenti link:

https://www.openstarts.units.it/handle/10077/23633 (versione italiana),

https://www.openstarts.units.it/handle/10077/23634 (versione slovena)

 

Contatti: Federica Scrimin

federica.scrimin@burlo.trieste.it

tel. 338 9060711

Download: