Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Intrecci di vite. Pratiche, mercantilismi e razionalità economiche nella Trieste del Settecento

Data evento: 
Da  04/06/202104/06/2021

Venerdì 4 giugno 2021, alle ore 18.30, presso l'Antico Caffè San Marco, in Via Battisti, 18/A, Trieste, il prof. Daniele Andreozzi presenta il suo libro "Intrecci di vite. Pratiche, mercantilismi e razionalità economiche nella Trieste del Settecento", New Digital Press, Palermo, 2020.

Ne discutono con l’autore le professoresse Loredana Panariti e Giovanna Paolin.

Le incredibili e drammatiche vicende della vita di Mattio Pirona, cavafango veneziano e costruttore del Canal Grande, e gli intrecci delle altre vite che si annodarono attorno a questa offrono un eccezionale punto di vista da cui osservare la storia di Trieste attorno alla metà del XVIII secolo, consentendo di costruire nuove ipotesi che hanno l'ambizione di andare al di là della tradizionale visione della città come prodotto artificiale delle politiche centralistiche di Vienna e di evidenziare l'importanza delle vite di mercanti, marinai, lavoratori, avventurieri, donne e uomini. Centinaia e centinaia di persone furono protagonisti nei ruoli più diversi nel contesto di una sfida ‘istituzionalmente impossibile’ che, coinvolgendo la stessa imperatrice Maria Teresa, si dipanò negli spazi urbani e lungo quelli delle reti che legavano Trieste, Vienna, Venezia, l’Europa e il mare. La città intera fu attenta spettatrice di un conflitto da cui dipendevano le sorti personali degli individui, quelle del porto e di Trieste stessa e che si svolse senza esclusione di colpi. Così tali vicende e le intersezioni delle vite che vi ruotano intorno narrano la crescita della Trieste settecentesca e ci consentono di analizzare il confliggere dei mercantilismi deboli del ’700 globale con le pratiche proprie dei network auto-organizzati del mondo del mare e dei commerci, i modi del governo imperiale e l’emergere di una nuova società e di nuovi poteri al crepuscolo dell’Ancien Régime. 

Il volume rientra nell'ambito del PRIN 2015: "Alla ricerca del “negoziante” patriota".

L'evento ha il patrocinio del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Trieste.

Download: