Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Il Brasile e l’America Latina di fronte alla crisi climatica ed energetica

Data evento: 
Da  14/12/202114/12/2021

Il Centro Interdipartimentale per l'Energia, l'Ambiente e i Trasporti Giacomo Ciamician organizza un seminario dal titolo "Brazil and Latin America in the face of the climate and energy crisis", che si svolgerà martedì 14 dicembre 2021 alle ore 15, nella Biblioteca Longo, Edificio B del Campus di Piazzale Europa.

Interverrà Andrea Lampis, PhD in Social Policy presso la London School of Economics and Political Science (2009), già professore associato all'Università Nazionale della Colombia a Bogotà e oggi ricercatore all'Istituto Energia e Ambiente dell'Università di San Paolo in Brasile.

Il seminario presenterà una panoramica della doppia crisi climatica ed energetica, viste da una prospettiva critica latino-americana. Laddove la sociologia ha spesso inquadrato la materialità come un fattore o una dimensione in opposizione a quella sociale, le due tipologie contemporanee di crisi, la climatica e l’energetica, sfidano quello che è stato un modello tradizionale all'interno della disciplina, cioè la superiorità del sociale sul naturale e, quindi, sul materiale, l'ambiente, e altre categorie comparabili.

La prima lente, metaforicamente parlando, adottata nel seminario riguarderà proprio la materialità della crisi climatica e delle prospettive di transizione energetica in America Latina. I paesi dell'America Latina non hanno avuto un ruolo importante nella storia della rivoluzione industriale e, in quanto economie industrializzate tardivamente, hanno poche responsabilità in termini storici per ciò che concerne le emissioni di gas effetto serra.

Parallelamente, a partire dai dati quantitativi dell’IRENA, dell’IEA e di altre autorevoli fonti internazionali e nazionali, l'idea di una transizione energetica fluida e universalmente continua può essere contestata facendo appello alla nozione di trasformazione energetica, ovvero, un processo caratterizzato dalla sostituzione di fonti energetiche più inquinanti come i combustibili fossili con altre come il gas naturale.

Il seminario seguirà con la presentazione dei dibattiti relativi agli impatti ambientali, sociali ed economici legati alla suddetta trasformazione.

Una seconda lente sarà quella dell'analisi delle attuali politiche di mitigazione, adattamento e trasformazione energetica in una regione dove l'estrattivismo e l’appropiazione di territorio sono parte integrante del modello di sviluppo e, ancora oggi, una delle principali modalità di inserimento della regione nella divisione internazionale del lavoro.

Attraverso l’esame che permettono queste lenti critiche, la doppia crisi climatica ed energetica si complicano per l’analista e le sfide future si arricchiscono con l'aggiunta di un’ulteriore dimensione quella della giustizia socio-ambientale.

Infine, la terza lente proposta nel seminario consentirà di discutere le architetture istituzionali e le narrazioni politiche prodotte sulle crisi climatica ed energetica nella regione.

L'America Latina non ha ancora un accordo regionale come il Green Deal europeo e i regimi di proprietà della terra e delle fonti energetiche sono significativamente diversi da quelli europei. Questi elementi contribuiscono alla messa in discussione delle narrazioni ispirate a un tipo di discorso unico sulle due tipologie di crisi come quelli spesso prodotti dalle agenzie internazionali e spesso accettati anche nel campo della ricerca accademica.

L'incontro sarà fruibile anche in streaming ACCEDI  

INFORMAZIONI

 

 

Download: