Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Fratture nei solidi amorfi

Data evento: 
Da  16/01/201916/01/2019

Fratture nei solidi amorfi
Un seminario di Itamar Procaccia del Weizmann Institute of Science, Israele

16 gennaio, ore 15.30
SISSA, Aula Magna "P. Budinich"

La frattura nei materiali amorfi è un fenomeno molto comune, nell'ingegneria dei materiali così come in geologia. Da tempo si sa che si tratta di un fenomeno che non possiede scale caratteristiche (“scale-free”), facendo presupporre un certo tipo di criticità. Nonostante i tentativi di chiamare in causa la “Criticità Auto-organizzata”, l'origine fisica di questa criticità, e anche la sua natura universale, essendo piuttosto insensibile alla natura delle interazioni microscopiche, è rimasta incomprensibile. Recentemente Itamar Procaccia e collaboratori hanno proposto che la natura precisa di questo comportamento critico si manifesti con un punto spinodale di una transizione di fase termodinamica. Per dimostrarlo è necessario introdurre un "parametro d’ordine" che permetta di distinguere tra sistemi amorfi disordinati. Nel punto spinodale esiste una lunghezza di correlazione divergente che è associata alle instabilità che si propagano nel sistema che sono tipiche del cedimento meccanico. La teoria, il parametro d'ordine utilizzato e le funzioni di correlazione che mostrano la lunghezza di correlazione divergente sono di natura universale e possono essere applicati a qualsiasi solido amorfo che subisca un cedimento meccanico.