Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Dispes Orient@lavoro

04 Giugno, 2018

Il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università di Trieste ha recentemente varato un’iniziativa, denominata Dispes Orient@lavoro, con la quale vuole fornire ai propri studenti strumenti di conoscenza utili ad affrontare in maniera efficace il futuro ingresso nel mondo del lavoro.

I percorsi di laurea in “Scienze politiche” offrono una gamma di opportunità lavorative molto ampia e ramificata, nel settore pubblico, in quello privato e nel terzo settore. L’interdisciplinarietà di questi studi appare funzionale a un mercato del lavoro sempre più fluido, soggetto a rapidi processi di innovazione in diversi ambiti professionali. In questo contesto, la transizione dell’università al lavoro va affrontata con spirito adattivo, ma anche con consapevolezza, determinazione e un approccio strategico. Perciò, gli studenti possono trarre notevole beneficio da iniziative di orientamento al lavoro come quella avviata dal Dispes.

Dispes Orient@lavoro si svilupperà attraverso una serie di conferenze, incontri, tavole rotonde e laboratori. I primi appuntamenti si sono svolti nelle settimane scorse. Il 22 maggio è stata realizzata una conferenza intitolata “Conoscersi, conoscere e farsi conoscere. Strategie e strumenti per cercare e trovare lavoro”. Nell’occasione è intervenuto un esperto del mercato del lavoro, il dott. Paolo Bellotto, responsabile dell’area Nordest e marketing communication manager dell’agenzie dal lavoro MAW. Il secondo appuntamento si è svolto il 29 maggio, sul tema “Concorsi pubblici: istruzioni per l’uso accedere al pubblico impiego, prepararsi a un concorso e conoscere le prove da sostenere”. È intervenuta la dott.ssa Anna D’Angelo, vice direttrice dell’area sistema integrato del pubblico impiego regionale e locale della regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Gli incontri sono stati introdotti dal prof. Gabriele Blasutig, coordinatore dei corso di laurea in Scienze politiche e dell’amministrazione” e del corso di laurea magistrale “Scienze del governo e politiche pubbliche”.

Molte idee bollono in pentola per i possibili appuntamenti futuri: incontri con ex studenti che porteranno testimonianze sulle loro esperienze di transizione dall’università al lavoro, laboratori su come redigere un curriculum vitae e presentarsi in maniera efficace ai potenziali datori di lavoro, approfondimenti sugli stage come strumento per orientarsi, formarsi e cercare lavoro, conferenze tenute da professionisti operanti in aree professionali potenzialmente interessanti per i laureati di area politico-sociali, come, ad esempio, l’area dell’europrogettazione, l’area delle risorse umane, i ruoli e le competenze emergenti nel pubblico impiego, le nuove funzioni commerciali nelle organizzazioni complesse e i ruoli di network management nei processi di innovazione.