Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Dante e l'ammirazione della realtà: un percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte

Data evento: 
Da  25/03/202125/03/2021

Sarà online il 25 marzo 2021 alle ore 10, in occasione del DanteDì, “Il gioco
della zara”
, anteprima video realizzata da teatro La Contrada di
Trieste nell’ambito del progetto di divulgazione scientifica
dell’Università di Trieste “Dante e l'ammirazione della realtà: un
percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte

Lanci di dadi, sguardi colmi di febbre da gioco e, in sovrimpressione,
calcoli sulle probabilità. In sottofondo si odono recitate terzine dantesche. Cosa
hanno in comune Dante e la matematica? Moltissimo a quanto pare! Proprio alla
rilettura della Divina Commedia in chiave scientifica si sono dedicati alcuni docenti
dell’Università di Trieste e ne è nato un vero e proprio progetto.
Così, anche l’Università di Trieste, con una vasta rete di partnership e con il
contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, è attiva nella promozione di
iniziative per il 2021 dantesco con “Dante e l’ammirazione della realtà: un
percorso di fisica e matematica tra letteratura e arte
”, un progetto
interdisciplinare che prevede una serie di eventi in diverse località del Friuli Venezia
Giulia a partire dal mese di giugno.
Anteprima del progetto è proprio il video realizzato appositamente dalla
Contrada e che verrà pubblicato il 25 marzo alle 10 sul canale YouTube
dell’Ateneo. Questa clip, intitolata "Il gioco della zara", è il frutto di un laboratorio
teatrale che ha coinvolto quattro bambine tra gli 11 e i 12 anni, Enza De Rose,
responsabile del settore per l'Infanzia e la Gioventù del Teatro La Contrada e alcuni
docenti dell’Università degli Studi di Trieste: Sergia Adamo del Dipartimento di Studi
Umanistici, Franco Obersnel e Daniele Del Santo del Dipartimento di Matematica e
Geoscienze coordinati dalla referente del progetto, Maria Peressi del Dipartimento
di Fisica dell'Università di Trieste.
Nell’ambito del progetto la Divina Commedia è stata riletta non solo come
straordinaria opera letteraria e artistica, ma anche come fonte di spunti scientifici
stimolanti anche nel contesto contemporaneo, esemplificativi di uno sguardo
attento sulla realtà che è proprio della scienza moderna. Dante, infatti, descrive con
geniali analogie e precisione scientifica fenomeni e concetti fisici e matematici in
terzine mirabili dal punto di vista letterario e artistico. Il progetto interdisciplinare
dell’Università di Trieste proporrà al pubblico un percorso esemplificativo, corredato
da esposizioni ed exhibit interattivi e incontri con esperti, umanisti e scienziati,
coinvolgendo nella preparazione anche studenti e insegnanti. Non mancherà
l’elemento artistico per complementare ed esaltare l'aspetto formativo con quello
emozionale.

Partner del progetto “Dante e l’ammirazione della realtà: un percorso di fisica e
matematica tra letteratura e arte
”:
• Università degli Studi di Trieste – soggetto capofila
• Laboratorio dell'Immaginario Scientifico Soc. Coop.
• Sezione di Udine della Società Italiana di Scienze Matematiche e Fisiche
MATHESIS
• Univerza v Novi Gorici - Fakulteta za naravoslje (UNG-FN)
• IIS "Giacomo Leopardi - Ettore Majorana" - Pordenone
• Istituto Officina Materiali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IOM)
• Fondazione Polse di Cougnes (Zuglio)
• Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali (A.N.I.S.N.)
• Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A.
Per l’Università di Trieste sono in particolare coinvolti i Dipartimenti di Fisica,
Matematica e Geoscienze, Studi Umanistici e il Centro Interdipartimentale per la
Ricerca Didattica.