Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Camera e Senato dopo il referendum costituzionale. Verso un nuovo (vecchio) bicameralismo?

Data evento: 
Da  25/02/202225/02/2022

Venerdì 25 febbraio 2022, dalle ore 9.00 alle 13.00, presso l'Aula 1A Conferenze, primo piano dell'Edificio D - Economia del comprensorio universitario di Piazzale Europa, si svolgerà l'evento "Camera e Senato dopo il referendum costituzionale. Verso un nuovo (vecchio) bicameralismo?".

L'esito del referendum costituzionale tenutosi nel settembre 2020, che ha portato alla significativa riduzione del numero dei parlamentari in Italia, mostrerà i suoi effetti più concreti solo con le prossime elezioni politiche. A partire dalla prossima legislatura, infatti, alla Camera avremo 400 deputati anziché 630, mentre al Senato i membri scenderanno da 315 a 200. Se da un lato è difficile prevedere le conseguenze di tale riforma sul sistema politico italiano nel suo complesso, dall'altro sembra evidente che la riduzione del numero dei parlamentari sarà (o dovrebbe essere) seguita da altre riforme istituzionali, che ad oggi, tuttavia, non sono ancora state avviate.

Sono molti, dunque, gli interrogativi che ci si pone: quale sarà l'impatto della riforma sui regolamenti parlamentari? Le principali funzioni del parlamento (elettiva, legislativa, finanziaria) subiranno delle trasformazioni? E così sarà anche per i ruoli dei parlamentari all'interno dell'assemblea? Quale futuro possiamo aspettarci per il Senato e per il bicameralismo più in generale? Studiosi e addetti ai lavori si riuniranno in occasione di questo incontro proprio per provare a rispondere a queste domande.

 

PROGRAMMA:

ore 9.00 Saluti istituzionali:
ROBERTO DI LENARDA, Rettore dell’Università degli Studi di Trieste
GEORG MEYR, Direttore Dipartimento Scienze Politiche e Sociali, Università degli studi di Trieste
Introduce: ELISABETTA DE GIORGI, Università degli studi di Trieste

ore 9.30
Piccolo è bello? Le funzioni del parlamento dopo la riduzione dei parlamentari

Coordina: GIUSEPPE IERACI, Università degli studi di Trieste
Ne discutono:
CHIARA BERGONZINI, Università degli studi di Macerata
LUIGI GIANNITI, Servizio studi Senato della Repubblica
ANDREA PEDRAZZANI, Università degli studi di Milano
FEDERICO RUSSO, Università degli studi del Salento
LUCA VERZICHELLI, Università degli studi di Siena
ore 11.00 PAUSA CAFFÉ

ore 11.30
A colloquio con i parlamentari sul futuro del bicameralismo

Coordina: ELISABETTA DE GIORGI, Università degli studi di Trieste
Ne discutono:
On. GIANNI CUPERLO, ex membro Camera dei Deputati
On. GUIDO GERMANO PETTARIN, Camera dei Deputati
Sen. MARIO PITTONI, Senato della Repubblica
On. ETTORE ROSATO, Camera dei Deputati

L’evento è organizzato dal DiSPeS - Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Trieste, Centro Interuniversitario di Analisi dei Simboli e delle Istituzioni Politiche “MARIO STOPPINO” – CASIP, in collaborazione con lo Standing group Governo, Parlamento, Rappresentanza della Società Italiana di Scienza Politica, ed è finanziato dal Fondo di finanziamento ordinario 2022 del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali.

Sono disponibili fino a 61 posti per partecipare in presenza all’evento. L’accesso è consentito nel rispetto della normativa nazionale e del Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del COVID-19 negli ambienti dell’Università di Trieste. Verrà dunque richiesto di esibire il Green Pass prima di accedere all’aula.
L’evento sarà trasmesso anche via Teams. Per accedere sarà sufficiente accedere al Team ‘Camera e Senato dopo il referendum costituzionale’ cliccando su ‘Unisciti a un team o creane uno’ e inserendo il codice i78k4d0

Per informazioni: prof.ssa Elisabetta De Giorgi (email: edegiorgi@units.it)

 

Download: