Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Assegnate da Università di Trieste e Saipem le prime quattro borse di studio in memoria di Egidio Palliotto

31 Marzo, 2021

Sono state assegnate dall’Università di Trieste le prime quattro borse di studio annuali messe a disposizione da Saipem e dedicate alla memoria di Egidio Palliotto, manager dell’azienda laureato presso l’ateneo triestino, scomparso prematuramente all’età di 55 anni.

I vincitori sono laureati triennali in Ingegneria che hanno nel loro curriculum un’esperienza di formazione all’estero: Giuseppe Murgo, Alessandro Piazza, Tommaso Fonda e Michele Godeas. Ognuno di loro riceverà un contributo agli studi di 7.000 euro.

A partire dall’anno accademico 2020/2021 e per i due ulteriori anni accademici successivi, Saipem finanzierà un totale di 15 borse di studio, rivolte a studenti del primo anno magistrale dei corsi di Geoscienze ed Ingegneria che, come l’ingegner Palliotto, abbiano la passione per il mondo dell’ingegneria e il sogno di affermarsi in un contesto internazionale. Il contributo vuole supportarne la formazione e orientare loro verso un potenziale impiego nel settore delle infrastrutture ed energetico.

Il progetto dell’erogazione delle borse di studio è nato dalla collaborazione tra Saipem e l’Università di Trieste con l’obiettivo di mantenere vivo il ricordo di Egidio Palliotto, un professionista dalle grandi capacità, che si laureò in Ingegneria mineraria presso l’Ateneo triestino.

Stefano Cao, Amministratore Delegato di Saipem, intervenuto alla cerimonia di premiazione, ha commentato: “In Saipem investiamo molto nei giovani cercando di capitalizzare la loro creatività, valorizzando le competenze e guidando lo sviluppo professionale. Portiamo avanti una serie di attività per attrarre talenti: dalla partecipazione ai career days all’alternanza scuola/lavoro ospitando studenti presso le nostre sedi e i nostri cantieri. Dunque, la consegna di queste Borse di Studio assume per noi un significato importante perché rappresenta un ulteriore contributo concreto a sostengo delle nuove generazioni per incoraggiarle a perseguire scelte che, passando per innovazione e tecnologia, le orientino alla costruzione di un mondo sempre più sostenibile. Vogliamo, inoltre, tenere vivo il ricordo di Egidio, un professionista capace e determinato, ma soprattutto un uomo generoso e un carissimo amico, e consolidare ulteriormente il nostro legame con il territorio di Trieste che per noi è strategicamente importante”.

Il Rettore dell’Università di Trieste, Roberto Di Lenarda, nel corso della cerimonia di premiazione cui hanno partecipato anche il Prorettore, Valter Sergo, e la famiglia dell’Ing. Palliotto, ha aggiunto: “Il rapporto con le grandi realtà imprenditoriali del Paese come Saipem ha una rilevanza strategica per il nostro Ateneo e se, come in questo caso il legame coinvolge studenti meritevoli, non possiamo che essere doppiamente orgogliosi e grati. La memoria di Egidio Palliotto sarà onorata dall’impegno dei vincitori delle borse di studio e dei docenti UniTS impegnati in queste discipline tecnologiche d’avanguardia”.