Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Archivio degli scrittori e della cultura regionale

Data evento: 
Da  14/06/201914/06/2019

Inaugurazione della nuova sede dell’Archivio degli scrittori e della cultura regionale

Venerdì 14 giugno alle ore 11.30, presso la sede del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste, in via del Lazzaretto Vecchio 8, avrà luogo l’inaugurazione ufficiale della nuova sede dell’“Archivio degli Scrittori e della Cultura Regionale”. Saranno presenti il Magnifico Rettore prof. Maurizio Fermeglia, il Vice Direttore del DISU, Dipartimento di Studi Umanistici, prof. Massimo Degrassi, il Direttore Generale, dott.ssa Maria Pia Turinetti, il Coordinatore del Sistema Museale di Ateneo, prof. Paolo Quazzolo, il Soprintendente archivistico del Friuli Venezia Giulia, dott. Viviano Iazzetti, il Direttore del Polo Museale del Friuli Venezia Giulia, dott. Luca Caburlotto, e il fondatore dell’Archivio, prof. Elvio Guagnini.

Dopo un delicato e complesso lavoro di trasloco, l’Archivio è stato infatti collocato all’interno della Biblioteca di Studi Umanistici, nella prestigiosa sede di Via del Lazzaretto Vecchio, da poco ristrutturata.

L’“Archivio degli Scrittori e della Cultura Regionale” è entrato a far parte del patrimonio dell’Università degli Studi di Trieste nel 2012, a seguito della donazione effettuata dall’Associazione “Archivio e Centro di Documentazione della Cultura Regionale”. L’Associazione, fondata nel 1991 da alcuni docenti dell’allora Dipartimento di Italianistica, ha accolto i lasciti e le donazioni degli eredi di alcuni tra i protagonisti della storia letteraria e culturale della nostra regione.

L’Archivio, dichiarato di interesse culturale da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e soggetto alla tutela della Soprintendenza Archivistica per il Friuli Venezia Giulia, custodisce un ricco patrimonio ed è un prezioso punto di riferimento per la cultura regionale: comprende fondi bibliotecari, fondi documentali, materiale iconografico e un numero considerevole di beni artistici di varia natura. Tra i fondi custoditi, quelli relativi a personaggi quali Elio Bartolini, Francesco Burdin, Manlio Cecovini, Bruno Chersicla, Francesco de Grisogono, Fabio Doplicher, Enrico Elia, Antonio Fonda Savio, Ferruccio Fölkel, Gerti Frankl Tolazzi, Oliviero Honoré Bianchi, Geda Jacolutti, Lalla Kezich, Vito Levi, Marisa Madieri, Claudio Magris, Biagio Marin, Adriano Mercanti, Vladimiro Miletti, Elody Oblath, Bruno Pincherle, Scipio Slataper, Giani Stuparich, Fulvio Tomizza, Giorgio Voghera. Fa parte dell'Archivio un cospicuo numero di quadri e materiale iconografico di varia natura, compreso principalmente nel Fondo Antonio Fonda Savio, collezionista di dipinti, stampe, carte geografiche e documenti storici di varie epoche.

Le Edizioni Università di Trieste EUT contribuiscono alla valorizzazione dell'Archivio pubblicando una collana dedicata a testi rari e inediti in esso custoditi.

Tutti i materiali sono disponibili alla consultazione da parte di studiosi e appassionati attraverso un servizio di reference per l’utenza, con personale specializzato.

L’Archivio è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13; il lunedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17, previo appuntamento.

Le richieste vanno inviate a Maria Pinzani, Ufficio Servizi per la divulgazione scientifica, scrivendo a archiviodegliscrittori@units.it o telefonando allo 040 558 8000.