Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Buskerobot e i suoi acquerelli

27 Novembre, 2017
Stampa

Martedì 28 novembre, giorno del debutto di Le avventure di Numero Primo di Marco Paolini, al Piccolo Teatro Strehler di Milano, gli spettatori incontreranno nel foyer Buskerobot, un robot-pittore che dipinge acquerelli.

Buskerobot è un progetto che combina robotica, arte, sistemi di visione e intelligenza artificiale nato nel 2014 a opera di Paolo Gallina, docente di robotica all’Università di Trieste, mosso dalla passione per l’arte figurativa e da una forte esperienza nel settore della robotica industriale. Baskerobot è robot artista di strada, unico al mondo nel suo genere, un robot antropomorfo, dotato di pennello e in grado di realizzare dipinti con la tecnica dell’acquerello, completata con le finiture del guazzetto. Per far questo è stato necessario fornire un’intelligenza alla macchina e dotarla di speciali algoritmi.

Nel laboratorio del Prof. Gallina sono stati sviluppati, e si continuano a sviluppare, algoritmi in grado di fare esattamente questo: generare dipinti che si discostino dalla mera figurazione replicante per introdurre un valore estetico nuovo. L’oggetto di questo sforzo creativo, il dipinto, è il risultato di un equilibrio delicato all’interno del quale arte, scienza e tecnologia restano in bilico sopra un filo sottile e, a volte, invisibile.

Il video del dialogo tra il Prof. Gallina e Marco Paolini sulla tecnologia

Guarda il video Ansa

Download: