Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Vecchi, anziani, o diversamente giovani? L’età avanzata tra scienza, economia e letteratura

Data evento: 
Da  16/03/201716/03/2017
Stampa

Giovedì 16 marzo, alle 17.30, presso il Caffè San Marco, in via Battisti 18 a Trieste, avrà luogo un nuovo appuntamento con il Caffè delle Lettere, l’iniziativa promossa dall’Università degli Studi di Trieste a cura di Paolo Quazzolo. Il tema conduttore di questa nuova serie di conversazioni informali con i ricercatori del nostro Ateneo è particolarmente affascinante: Vecchi, anziani, o diversamente giovani? L’età avanzata tra scienza, economia e letteratura. Novità di questo nuovo ciclo di Caffè letterari è quella di voler stimolare interventi di varia natura, coinvolgendo studiosi sia dell’area umanistica, sia di quella scientifica, mettendo direttamente a confronto due diverse prospettive che, tuttavia, si completano a vicenda.

Come sempre, gli argomenti toccati sono frutto della ricerca scientifica svolta in Ateneo, ma vengono presentati in modo semplice ed accattivante. Al pubblico, non sono richieste particolari competenze, ma solo tanta curiosità.

Il nuovo appuntamento vedrà protagonisti Francesca Cosmi e Paolo Quazzolo.

L’intervento di Francesca Cosmi, docente di Progettazione meccanica e Costruzione di macchine, al Caffè delle Lettere si intitola Osteoporosi? Niente panico! L’osteoporosi è una malattia caratterizzata da un indebolimento delle ossa che porta a una maggiore probabilità di frattura ed è causata non solo dalla perdita di densità ossea ma anche da alterazioni della struttura interna. La sua incidenza è in continua crescita, con circa 9 milioni di fratture ogni anno nel mondo. In modo chiaro ed accessibile a tutti, saranno affrontate diverse tematiche collegate all’osteoporosi: la micro-architettura dell’osso, la prevenzione, le diverse terapie disponibili, le tecnologie attualmente utilizzate per la diagnosi. Sarà inoltre presentato il BESTest®, un nuovo metodo per determinare il rischio di frattura, facilmente utilizzabile dal medico con costi e rischi inferiori rispetto agli attuali strumenti utilizzati.

L’intervento di Paolo Quazzolo riguarda Vecchi, bisbetici e lunatici nel teatro: un excursus attraverso alcune delle più celebri figure di personaggi anziani dipinti dai drammaturghi di epoche diverse: dall’Avaro di Molière ai Rusteghi di Goldoni, dal Pantalone della Commedia dell’Arte sino ad alcuni ritratti di vecchi nel teatro dell’Otto e del Novecento.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito.

I relatori

Francesca Cosmi è docente di Progettazione meccanica e Costruzione di macchine presso il Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Trieste. È laureata in Ingegneria Meccanica con indirizzo Biomeccanica presso il Politecnico di Milano, dove ha poi conseguito il dottorato di ricerca. Attualmente è professore associato presso l’Università di Trieste. Ha svolto attività di ricerca all’estero presso JPL NASA-CalTech (USA), University of California at Berkeley (USA), MITI Tsukuba (Giappone) e UFRJ (Brasile). È autore di brevetti USA e Italiani e ha pubblicato oltre 150 memorie. Migliorare l’identificazione dei soggetti a rischio di frattura è un progetto cui sta lavorando da oltre dieci anni, nel corso dei quali ha vinto diversi premi e che l’ha portata a fondare con una start-up, la M2TEST srl, per poter fornire al pubblico un servizio di analisi della qualità della architettura ossea.

Paolo Quazzolo è docente di Storia del Teatro presso il Dipartimento di Studi Umanistici della nostra Università. Si è laureato in Storia del teatro a Trieste, dove ha in seguito conseguito il titolo di Dottore di ricerca. Si occupa di problematiche inerenti il teatro dell’Ottocento e del Novecento, con particolare riguardo alla nascita della regia, ai rapporti fra teatro e società di massa e alla produzione drammaturgica degli ultimi cinquant’anni. Studia inoltre il teatro del Settecento, in particolare l’opera di Carlo Goldoni, collaborando all’Edizione Nazionale delle opere del commediografo veneziano. È Coordinatore Scientifico del Sistema Museale d’Ateneo (SmaTs). È Delegato del Dipartimento di Studi Umanistici alla Terza Missione ed è responsabile del “Caffè delle Lettere” dell’Università di Trieste. Collabora con i teatri cittadini, anche in relazione a progetti didattici e culturali in sinergia con l’Università.

Per informazioni:
Università degli Studi di Trieste
Dipartimento di Scienze della Vita
avian@units.it
battagli@units.it

Dipartimento di Studi Umanistici
quazzolo@units.it