Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Un nuovo laboratorio “INDUSTRY 4.0” a servizio degli studenti di Pordenone

15 Novembre, 2016

L'Industry 4.0 è un concetto che ha assunto un valore internazionale e che, come strategia aziendale, conduce a una revisione completa della catena del valore e a un nuovo concetto di produzione e di servizi. Le attività di progettazione, ingegnerizzazione, produzione, controllo della produzione, manutenzione e relazione con i clienti si fondono in un unico ambiente gestito in Real Time.

Questi nuovi concetti sono alla base della figura dell’ingegnere magistrale che l’Ateneo triestino forma nella sede universitaria di Pordenone. Il corso magistrale è quello del Double Degree Master in “Production Engineering and Management”, realizzato in collaborazione con l’Università di Lemgo (D) e volto a rendere questa figura professionale innovativa e competitiva nel mondo del lavoro.

I moduli formativi non prevedono solo attività teoriche, ma anche pratiche con particolare riferimento non solo all’evoluzione dei concetti della Lean Manufacturing, ma anche a quelli specifici della nuova rivoluzione industriale: Industry 4.0.

Iniziati i lavori cinque anni fa nell’Innovation Campus della sede Universitaria di Lemgo, si è realizzato un edificio “Smart Factory OWL”, completato all’inizio del 2016. Esso ospita i laboratori di ricerca e didattica dove si possono sperimentare le potenzialità della digitalizzazione e dell’automazione intelligente.

La manifattura additiva, la robotica, le comunicazioni, le interazioni machine-to-machine, i processi di lavorazione supportati dalla tecnologia della realtà aumentata e le nuove tecnologie per immagazzinare e utilizzare l’energia in modo mirato, razionalizzando i costi e ottimizzando le prestazioni, sono alcune delle applicazioni presenti all’interno del laboratorio realizzato in collaborazione con il Fraunhofer-Gesellschaft con un investimento di 5 milioni di euro.

Il Centro rappresenta un sistema dimostrativo di produzione reale integrato in una piattaforma di test orientato alla pratica per ricercatori e ingegneri di imprese industriali coinvolti e costituisce un ambiente di apprendimento per gli studenti delle discipline ingegneristiche.

E’ in questo contesto che i corsi del primo semestre del secondo anno del Double Degree Master, che si svolgono in Germania (Advance Production Technologies and Optimization, Automated Complex Installations e Rapid Development), associano all’attività formativa in aula un’intensa attività di laboratorio, preparando gli studenti ad affrontare i problemi innovativi dell’Industry 4.0, che si integra con il con il corso IT Systems in Production Management dove si dà la possibilità di utilizzare strumenti informatici di gestione tra cui SAP.

Coordinatore del programma internazionale “Production Engineering and Management” è il professor Dario Pozzetto.

Le immagini della gallery riportano la sede e alcune delle postazioni di ricerca e sperimentazione.