Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

NAV 2018 - 19th International Conference on Ship & Maritime Research

Data evento: 
Da  20/06/201822/06/2018

Il prossimo 20 giugno presso la Stazione Marittima di Trieste si avvieranno i lavori della 19a edizione dell'International Conference on Ship & Maritime Research - NAV 2018, organizzato dall’ATENA (Associazione italiana di TEcnica NAvale) assieme all’Università degli Studi di Trieste e al Maritime Technology Cluster FVG- mareFVG. Lo scopo istituzionale di ATENA è la diffusione della cultura navale ed il progresso scientifico e tecnico nei campi della costruzione, dell’esercizio e della conduzione delle navi e delle attività connesse, nonché di quelle dirette alla protezione dell’ambiente ove si esercita la navigazione.

Il convegno è un appuntamento triennale che rappresenta certamente la manifestazione più importante dell’Associazione, essendo l’unico evento scientifico italiano di portata internazionale in grado di abbracciare tutti i temi delle tecnologie marittime, e dopo più di 30 anni Trieste avrà l’onore di ospitarlo dal 20 al 22 giugno 2018. La città è un importante polo industriale e scientifico del mondo navale; Fincantieri e Wärtsilä Italia hanno sul territorio le rispettive sedi principali ed i maggiori centri di produzione, ma anche il mondo della nautica da diporto è ben rappresentato con una realtà quale Montecarlo Yachts del gruppo Bénéteau, sicuramente tra i più rilevanti a livello mondiale. Il mondo accademico e della ricerca scientifica, ben integrato con quello industriale, è rappresentato dalla Sezione di Ingegneria Navale del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell'Università degli Studi di Trieste, una delle tre sedi italiane di questo corso di studi, dalla SISSA (Scuola Internazionale di Studi Avanzati), da mareFVG (Maritime Technology Cluster FVG) e dall’OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale).

La Marina Militare Italiana, la Regione Friuli Venezia Giulia, il Comune di Trieste, l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trieste hanno fornito il loro patrocinio e co-organizzazione dell’evento, che si celebra anche sotto i migliori auspici del Corpo delle Capitanerie di Porto. 
Grazie al patrocinio dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale il convegno si svolgerà presso la Stazione Marittima, una sede prestigiosa situata nel cuore della città ed affacciata sul mare, la quale dispone di ampi spazi per ospitare la zona espositiva e far svolgere le 18 sessioni parallele previste e i 6 workshop tematici organizzati grazie all’aiuto degli sponsor. Il Convegno è stato organizzato in stretta collaborazione con il cluster mareFVG e l’Università degli Studi di Trieste, con l’intento di avere un rilievo internazionale e di esprimere una qualità scientifica rappresentativa dell’eccellenza nazionale sui temi marittimi. L’obiettivo è stato quindi raccogliere la disponibilità ed il contributo del sistema scientifico e tecnologico nazionale, per promuovere un evento internazionale capace di testimoniare una raggiunta coesione d’intenti. A tal fine è stato costituito un Comitato d’Onore in cui sono state chiamate a far parte personalità primarie dell’Italia del mare, per affidare loro un ruolo di “ambasciatori” dell’iniziativa. Sul fronte dei contenuti, l’articolazione del Convegno è prevista su tre giorni, con oltre 200 delegati, 125 relazioni di 450 autori provenienti da 27 paesi diversi; gli argomenti identificati coprono l’intero spettro delle tecnologie marittime e recepiscono la crescente attenzione ai nuovi usi del mare, quali le fonti di energia rinnovabile e le risorse minerarie.
La qualità scientifica dell’evento, per il quale si garantirà l’accreditamento sulla banca dati scientifica Scopus, è stata assicurata da un ampio Comitato Scientifico internazionale, posto sotto la guida del prof. ing. Alberto Marinò dell’Università degli Studi di Trieste, coadiuvato da uno staff di 14 track directors e 46 membri. La realizzazione del Convegno è stata affidata al Comitato Organizzatore presieduto dal Presidente Nazionale ATENA ing. Alberto Moroso e formato da esperti presenti sul territorio e da società di servizio specializzate per la gestione logistica e della comunicazione.

Per la prima volta il convegno è stato accompagnato da un programma di attività, denominato NAVIGANDO 2018, organizzato di concerto con il cluster mareFVG e il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Comune di Trieste. A partire da febbraio la cittadinanza è stata coinvolta in un percorso di avvicinamento ai temi trattati dalla conferenza internazionale, con incontri a cadenza settimanale animati da oratori di fama internazionale scelti fra i membri del Comitato Scientifico, e gli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del territorio regionale sono stati portati alla scoperta delle professioni del mare grazie al coinvolgimento in attività didattiche.
L’ultima parte di questo programma sarà realizzata in una tensostruttura appositamente allestita in Piazza della Borsa, che per tutta la durata del NAV 2018 (20-22 giugno) ospiterà a partire dalle ore 17:30, tre conferenze al giorno, oltreché uno stand espositivo della Marina Militare. Sempre in Piazza della Borsa, verrà inoltre allestita una piscina all’interno della quale gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado che hanno preso parte a NAVIGANDO 2018, si sfideranno in una gara di abilità tra droni sottomarini, mettendo a confronto i mini ROV costruiti da loro stessi.

Il programma di tutto il convegno è consultabile al seguente link: https://indico.atenanazionale.org/event/0/material/5/0.pdf