Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Equipollenze ed equiparazioni tra titoli accademici

Stampa

EQUIPOLLENZE ED EQUIPARAZIONI TRA TITOLI ACCADEMICI ITALIANI AI FINI CONCORSUALI 

I titoli accademici richiesti per partecipare a concorsi pubblici sono espressi nei requisiti dei bandi di concorso. Per “equipollenza” si intende la corrispondenza tra titoli accademici ante riforma (o “vecchio ordinamento”); per “equiparazione” si intende la corrispondenza di titoli accademici ante riforma con titoli post riforma (es. tra laurea quinquennale e classe di laurea specialistica) e anche la corrispondenza tra titoli post riforma (es. tra laurea specialistica e laurea magistrale).

Le equipollenze e le equiparazioni sono stabilite da decreti del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca pubblicati (in continuo aggiornamento).

Si precisa che l’equipollenza non è reciproca: se X=Y non necessariamente Y=X e che se X=Y e Y=Z, X non è uguale a Z: http://www.istruzione.it/urp/equipollenze.shtml

Nel caso in cui i decreti stabiliscano l’equiparazione di un titolo accademico a più classi di laurea, ogni Ateneo stabilisce la corrispondenza tra il titolo rilasciato e una sola classe di laurea specialistica e magistrale: in questo caso informati presso la Segreteria Studenti del tuo corso di studi. 

EQUIPOLLENZA DI TITOLO ACCADEMICO ESTERO

Per informazioni sulle procedure attive in questo Ateneo, consulta la pagina Riconoscimento di un titolo accademico estero.

Informazioni aggiornate al: 28/07/2016 - 14:44