Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Proposte di progetto per la rigenerazione di Valmaura

Data evento: 
Da  07/04/201707/04/2017
Stampa

Venerdì 7 aprile, alle ore 16.30, a Trieste in via Valmaura 59 (sede del Distretto sanitario 3, sul Ponte al 1 piano), i docenti e gli studenti del Laboratorio di Progettazione Urbanistica del quarto anno della Laurea in Architettura dell’Università degli studi di Trieste presenteranno proposte di progetto per la rigenerazione di Valmaura.

La presentazione sarà aperta al pubblico e vedrà la partecipazione degli operatori dell’Azienda Territoriale dell’Edilizia Residenziale di Trieste (ATER) e dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste (ASUITS), Distretto 3, Microarea.

Le idee progettuali sono state prodotte nell’ambito delle attività didattiche sviluppate nei mesi scorsi, sotto la guida della prof.ssa Elena Marchigiani e degli architetti Paola Cigalotto e Lorenzo Pentassuglia.  Si inquadrano nell’insieme più ampio di attività previste dall’Accordo di collaborazione siglato a dicembre 2016 tra il Dipartimento di Ingegneria e architettura dell’Università di Trieste, l’Azienda Sanitaria Universitaria integrata di Trieste, l’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale di Trieste e l’Associazione di promozione sociale Kallipolis, con l’intento di coniugare didattica, ricerca e azioni partecipate concretamente rivolte a promuovere la salute e la qualità della vita delle persone e delle comunità in alcuni quartieri di edilizia pubblica triestini.

Pur orientate da intenti formativi, le proposte elaborate dagli studenti Giulia Miani, Alessia Perissutti, Viviana Riponti, Simone Culot, Giulia Stefanachi, Giulia Zamò, Annalisa Pockay e Francesco Polvi forniscono suggestioni utili ad avviare una riflessione su modi possibili per ridisegnare gli spazi del rione.

Per via Valmaura, il suggerimento è di ripensare la strada e gli spazi che su di essa si affacciano, al fine di renderli più piacevoli per chi vi cammini e più attrattivi per l’insediamento di nuove attività commerciali. Per i percorsi e gli spazi verdi che dal quartiere di Giarizzole, lambendo il Museo della Risiera, si snodano fino al mare, i lavori immaginano un nuovo parco urbano, di riferimento per questo ampio settore della città. Per gli spazi interni ed esterni al grande edificio dell’Ater, la proposta è infine quella di riutilizzare luoghi oggi poco fruiti per la localizzazione di nuove attività sociali, culturali e per il tempo libero.

Come sottolinea Elena Marchigiani, coordinatrice del Laboratorio didattico, «le proposte non si configurano come progetti direttamente realizzabili, bensì come prime immagini per la trasformazione del quartiere, da sottoporre alla discussione e alla revisione degli abitanti, nell’intento di avviare una riflessione ‘dal basso’ sugli interventi di cui il rione sente nel concreto la necessità. Rientrano quindi nelle attività che l’Università degli Studi di Trieste mette a disposizione del territorio, dei suoi bisogni e aspettative».

Contatti:

Prof.ssa Elena Marchigiani, Dipartimento di Ingegneria e Architettura, Università degli studi di Trieste
e-mail: emarchigiani@units.it