Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Progetto Trans2Care: i risultati utili per la Commissione Europea

03 Febbraio, 2017
Stampa

Il progetto Trans2Care-Rete transregionale per l’innovazione e il trasferimento tecnologico per il miglioramento della sanità è stato un’operazione strategica di ricerca & innovazione finanziata dal Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013 negli anni 2011-2014 e guidata dal Dipartimento di Scienze della Vita del nostro Ateneo.

La Commissione europea è molto attenta a misurare gli effetti di lunga durata dei progetti che finanzia, e per questo organizza sondaggi, concorsi ed eventi, volti a mettere in luce qualsiasi realizzazione che alimenti le sue politiche.

Così, il progetto Trans2Care è oggi inserito in due settori politico-amministrativi di assoluto rilievo per il nostro Ateneo e i suoi 12 partner progettuali: quello che gestisce la politica regionale attraverso i fondi strutturali europei (DG Regio) e quello che gestisce la politica della ricerca attraverso il programma Horizon 2020 (DG Research & Innovation).

Qual è l’interesse della Commissione europea per il progetto Trans2Care?

Attraverso un programma di formazione tecnologica e imprenditoriale per giovani ricercatori assunti dai partner del progetto, si sono create le basi culturali e operative per mettere a sistema le competenze scientifiche multidisciplinari dei partner e indirizzare la ricerca verso obiettivi d’interesse per la gestione della salute, le imprese, il governo del territorio e i cittadini. Uno dei principali effetti ottenuti è lo stato occupazionale dei ricercatori del progetto. Per almeno due anni dopo il termine del progetto, tutti sono stati impiegati nel settore ricerca & sviluppo pubblico o privato, e ben 12 su 14 lavorano nell’area transfrontaliera. Questo dato fa ritenere che il progetto abbia identificato alcune misure idonee a frenare la fuga dei cervelli e ad arricchire il capitale umano del nostro territorio.

Per questo risultato saliente, Trans2Care è stato inserito nel Catalogo dei progetti della Direzione Generale per la Politica Regionale, con il titolo Improving healthcare through collaborative innovation e con una nota introduttiva dedicata al problema dell’emigrazione intellettuale. 

Un altro obiettivo strategico della Commissione europea è il finanziamento coordinato e sinergico dei progetti di ricerca & innovazione, sostenuti con i fondi strutturali europei e con il programma Horizon 2020. Una recente pubblicazione della Direzione Generale per la Ricerca & Innovazione, intitolata EU funds working together for jobs and growth, descrive gli obiettivi e le strategie da adottare per realizzare progetti di ampia portata finanziati da programmi diversi, e cita alcuni progetti come casi rappresentativi.

Il progetto Trans2Care riceve il titolo Prepares researchers through focused training to compete in Horizon 2020, per aver munito i ricercatori dell’area transfrontaliera di strumenti concettuali utili allo sviluppo d’innovazioni tecnologiche e, di conseguenza, adatti al programma Horizon 2020.

In tutti i casi, la Commissione ha apprezzato la qualità del materiale informativo elaborato dal progetto e reso disponibile nel sito web del progetto (www.trans2care.eu). Le statistiche d’accesso indicano che più di 14.000 utenti hanno visitato il sito 30.000 volte, aprendo ogni volta quasi 6 pagine. Il numero di nuove visite e di pagine visitate è aumentato proprio dopo la fine del progetto, e rimane un valore costante da più di due anni. Numeri importanti sono stati raggiunti anche su Slideshare, dove sono pubblicate le presentazioni pubbliche del progetto che hanno raccolto più di 9000 visite.

Infine, anche OpenstarTs, l’archivio digitale dell’Ateneo, è uno strumento molto efficace di divulgazione dei quattro libri, pubblicati da EUT, che documentano l’evoluzione di questo progetto. Insieme, questi volumi hanno ottenuto circa 1300 visite, di cui più del 40% dagli Stati Uniti d’America.

L’ultimo libro della collezione è un resoconto completo del progetto e del suo lascito:

THE BIG STEP FROM RESEARCH TO INNOVATION 2007-2013. A SOCIAL REPORT AND THE LEGACY OF THE CROSS-BORDER STRATEGIC PROJECT TRANS2CARE

ISBN 978-88-8303-792-4 (a stampa) / 978-88-8303-793-1 (online)
I edizione, dicembre 2016
Nell’archivio istituzionale: https://www.openstarts.units.it/dspace/handle/10077/13419

Contatto per informazioni:
Sabina Passamonti
Dipartimento di Scienze della Vita
Università degli Studi di Trieste
tel +390405588747 cell +393665898629
spassamonti@units.it