Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Paesaggi socialmente utili. Accoglienza e assistenza come dispositivi di progetto e trasformazione urbana

Data evento: 
Da  13/04/201713/04/2017
Stampa

Giovedì 13 aprile 2017, alle ore 18.00, presso la Libreria Caffè San Marco di Trieste, Lucina Caravaggi architetto e professore di Architettura del Paesaggio della Sapienza Università di Roma, presenterà il libro scritto con Cristina Imbroglini “Paesaggi socialmente utili. Accoglienza e assistenza come dispositivi di progetto e trasformazione urbana” (Quodlibet, 2016).

Il libro restituisce gli esiti di una ricerca sviluppata dal Dipartimento di Architettura e Progetto della Sapienza Università di Roma con la collaborazione e il supporto della Regione Lazio-direzione regionale salute e politiche sociali, in occasione dell’avvio del progetto di riforma del sistema dei servizi sociali regionali.

L’esperienza raccontata dal gruppo coordinato da Lucina Caravaggi dimostra come l’aumento e la diversificazione delle condizioni di fragilità, riconducibili a fenomeni come invecchiamento, povertà, immigrazione, possano essere occasione per ripensare le politiche socio-assistenziali in forme nuove, utilmente intrecciate con il progetto di luoghi per l’accoglienza aperti ed accessibili alla più ampia collettività. Le riflessioni e le esplorazioni progettuali che il libro restituisce evidenziano come la convergenza tra iniziative sociali e progetti di trasformazione degli spazi destinati ai servizi socio-assistenziali possa contribuire in maniera decisiva a rinnovare modelli di welfare tradizionali e ormai superati, e a immaginare una città più giusta, capace di assicurare diritti anche ai più deboli.

A discuterne con l’autrice saranno: Nicola Delli Quadri, direttore generale dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, e Antonio Ius, direttore generale dell’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale di Trieste. La presentazione sarà introdotta da Alessandra Marin, coordinatrice del Corso di studi in Architettura dell’Università di Trieste, e Elena Marchigiani, docente di Progettazione urbanistica dell’Università di Trieste.

L'iniziativa, organizzata dai docenti dei Laboratori di Progettazione Urbanistica del Corso di Studi in Architettura dell’Università degli studi di Trieste (Paola Di Biagi, Elena Marchigiani, Alessandra Marin, Sara Basso), si inserisce nelle attività previste dall'Accordo di collaborazione siglato tra il Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell'Università di Trieste, Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale di Trieste, KALLIPOLIS Associazione di Promozione sociale (referente Elena Marchigiani). L’intento dell’iniziativa è di avviare una riflessione condivisa tra università e attori locali sulle nuove situazione di disagio e vulnerabilità sociale e sull’opportunità di coniugare ricerca e azioni partecipate nel migliorare la qualità della vita delle persone in condizioni di rischio.

Lucina Caravaggi, architetto e professore di Architettura del Paesaggio nel Dipartimento di Architettura e Progetto della Sapienza, Università di Roma, è autrice di numerosi piani sul tema della progettazione ambientale e paesaggistica a livello nazionale e internazionale. Il paesaggio è riferimento costante del suo percorso di ricerca, dell’attività di insegnamento e della sperimentazione progettuale. Interpretato come supporto culturale e contemporaneamente come strumento tecnico scientifico capace di connettere scale e dimensioni diverse, il paesaggio è inoltre inteso come motore di innovazione, in grado di suggerire nuovi punti di vista attraverso i quali esplorare le trasformazioni contemporanee.

Contatti:
Elena Marchigiani
Dipartimento di Ingegneria e Architettura, Università degli studi di Trieste
e-mail: emarchigiani@units.it

 

 

Download: