Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Mercantilismi, relazioni e pratiche. Commercio attivo, Mercanti e Stato all’Epoca di Maria Teresa d’Asburgo

Data evento: 
Da  19/10/201720/10/2017
Stampa

CONVEGNO INTERNAZIONALE

Mercantilismi, relazioni e pratiche. Commercio attivo, Mercanti e Stato all’Epoca di Maria Teresa d’Asburgo.

Mercantilisms, relationships and practices. Active trade, merchants and State at the age of Maria Teresa of Habsburg.

19/20 OTTOBRE 2017

MAGAZZINO DELLE IDEE

CORSO CAVOUR 2, TRIESTE

PRIN 2015 Alla ricerca del “negoziante patriota”.

Mercantilismi, moralità economiche e mercanti dell’Europa mediterranea (secoli XVII-XIX).

Nel XVIII secolo il commercio attivo era fattore chiave delle politiche volte all’arricchimento dello Stato e al raggiungimento della ‘Pubblica felicità”. In questo i progetti mercantilistici degli Stati, in parte velleitari, e le strategie dei mercanti si contrastavano e si contaminavano sia lungo le rotte dei commerci, sia là dove erano decise le politiche economiche ed erano prodotte le norme. L’enorme produzione di diritto positivo che caratterizza il XVIII secolo appare così essere luogo di una normazione che è anche spazio di contrattazione e di equilibrio. Il convegno mira a ricostruire le pratiche concrete dei mercanti nelle loro relazioni con le autorità in un arco cronologico - il XVIII secolo e in particolare l’età di Maria Teresa d’Asburgo - in cui l’Impero ha cercato di incrementare la propria militare e commerciale e Trieste è diventata un grande emporio mediterraneo.

Il convegno è finanziato dal Progetto PRIN 2015 Alla ricerca del “negoziante patriota”. Mercantilismi, moralità economiche e mercanti dell’Europa mediterranea (secoli XVII-XIX) (Università di Bari, Università di Napoli “L’Orientale”, Università di Palermo, Università di Pisa, Università della Calabria, Università di Trieste).

 

Sessione 1: 19 ottobre 2017

ore 15.30 - 18.30

Saluti Autorità - Presentazione del convegno

Da Trieste: tra Vienna, Levante e Mediterraneo.

Presiede Sergio Zilli (Università degli studi di Trieste).

Cristian Luca (Università del Danubio Meridionale di Galati/Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia) I traffici mercantili intercorsi tra Trieste e l’area del Danubio Meridionale e del littorale settentrionale del Mar Nero nell’ambito della politica economica viennese del secondo Settecento.

Mária Pakucs (“Nicolae Iorga” Institute of History, Bucarest) “Competition for imperial trading privileges in Transylvania during the reign of Maria Theresia”.

David Do Paço (Sciences Po, Paris) Cameralism in practice: the patronage of Ottoman traders under Marie-Theresa and Joseph II.

Ivana Jukić (University Department for Croatian Studies, University of Zagreb) Everyone is a merchant! The Austrian Mercantlism in Croatia 1720-1765: the attempts.

 

Sessione 2: 20 ottobre 2017

ore 9.30 -13.00

Da Trieste: tra Vienna, Ponente e Mediterraneo.

Presiede Andrea Caracausi (Università degli studi di Padova)

Antonella Alimento (Università degli Studi di Pisa) Tra aspirazioni imperiali e strategie imprenditoriali: il caso del trattato commerciale franco-austriaco (1756-1770).

Antonio Trampus (Università Ca’ Foscari Venezia) Pour l’avancement de notre navigation et trafique”: il negoziante Johann Georg Dumreicher e l’istituzione del consolato olandese a Trieste 1756-1761.

Andrea Bonoldi (Università degli Studi di Trento) La difesa del privilegio.

Iniziative di riforma e strategie mercantili in Tirolo nel periodo dell’assolutismo illuminato.

Daniele Andreozzi (Università degli Studi di Trieste) Tra Corte e mercanti.

Interessi, politiche e pratiche commerciali nella crescita economica della Trieste teresiana.

Conclusioni Biagio Salvemini (Università degli studi di Bari)

 

Comitato scientifico: Daniele Andreozzi, Biagio Salvemini

Per informazioni: daniele.andreozzi@dispes.units.it