Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

L’Università di Trieste ha premiato l’atleta paralimpica Giada Rossi

12 Ottobre, 2016

Si è svolta questa mattina la premiazione di Giada Rossi, l’atleta paralimpica medaglia di bronzo nel tennis tavolo alle recenti Olimpiadi di Rio 2016.

 

Alla cerimonia, che si è tenuta presso la Sala Cammarata del rettorato dell’Università di Trieste, erano presenti il Rettore, prof. Maurizio Fermeglia, il Prof. Daniele Del Santo, collaboratore del Rettore per la Didattica, politiche per gli studenti, diritto allo studio, il Prof. Tiziano Agostini, presidente del CUS, Centro Universitario Sportivo di Trieste, il Prof. Gianrossano Giannini in rappresentanza della sezione Tennis Tavolo del CRUT, e la Prof.ssa Ilaria Garofolo, delegata rettorale alle Necessità didattiche speciali e disabilità.

 

Giada Rossi, esordiente alle Paralimpiadi di Rio 2016, ha conquistato la medaglia di bronzo nella disciplina del tennis tavolo.

Inizialmente, l’obiettivo dell’atleta azzurra avrebbe dovuto essere la partecipazione ai Giochi di Tokyo nel 2020, ma gli ottimi risultati ottenuti, frutto di grande impegno, l’hanno qualificata per il Brasile, portandola fino al podio.

A garantirle la medaglia, anche un particolare colpo inventato dalla stessa Giada e dal suo allenatore Alessandro Arcigli, colpo che l’atleta è la prima donna al mondo a fare.

Giada, di Poincicco di Zoppola (PN), è studentessa di Scienze dell’Educazione nella sede di Portogruaro dell’Università di Trieste.