Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

“Il Fattore C” di Paolo Iacci: presentazione del libro a Porto Piccolo

Data evento: 
Da  17/06/201717/06/2017
Stampa

In occasione della chiusura del Master Persone e Personale dell’Università di Trieste, Porto Piccolo ospita la presentazione del libro “Il Fattore C” di Paolo Iacci

Sabato 17 giugno 2017, ore 12.15

Portopiccolo

Strada Costiera km 137 - Sistiana, Trieste

Intervengono Paolo Iacci e Francesco Venier

Avere successo nella vita e nel lavoro non è solo questione di fortuna.

Paolo Iacci, consulente di direzione e docente di Gestione delle Risorse Umane, in occasione della chiusura del Master Persone e Personale dell’Università di Trieste, presenta presso Porto Piccolo a Sistiana il suo nuovo libro “Fattore C. Fortuna e determinazione nella vita e nel lavoro” (Guerini Next). Con l’autore interviene il Professor Francesco Venier, docente di organizzazione aziendale all'Università di Trieste.

Il Master Persone e Personale - gestire e valorizzare il patrimonio umano delle organizzazioni - diretto dalla prof.ssa Sara Cervai del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Trieste, ha permesso l’inserimento in tirocinio aziendale nel settore Risorse Umane studenti laureati in discipline socio-umanistiche e ha visto la partecipazione di direttori HR delle principali aziende del Triveneto, professionisti e docenti provenienti da tutto il territorio nazionale.

In occasione della chiusura del Master, Paolo Iacci parlerà del suo nuovo pamphlet, in cui denuncia, con ironia e profondità, il fenomeno che vede molti giovani affidarsi alla buona sorte o alle raccomandazioni per trovare lavoro e per avere successo.

L’Italia è un paese in mano all’irrazionalità più diffusa, tra i primi paesi al mondo per spesa pro-capite nel gioco d’azzardo e uno di quelli che più si affida a maghi, stregoni, falsi medici. Paolo Iacci mette in discussione questo senso di rinuncia e fatalità e sprona i giovani ad assumere un approccio opposto, proattivo, perché difficilmente una vita passiva sarà una anche una vita fortunata.

Tre i punti di vista che verranno presi in considerazione – psicologico, economico e sociale – per analizzare un fenomeno drammaticamente diffuso.

 

Per maggiori informazioni:

Master Persone e Personale

cervai@units.it

Ufficio stampa Guerini Next
Email fmosca@guerininext.it

Tel. 0258298026