Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

I disturbi dell’apprendimento nel bambino. Una prospettiva neuropsicodinamica

Data evento: 
Da  18/11/201718/11/2017

Il CFR Centro Formazione e Ricerca in Psicoterapia Psicoanalitica e l’Università degli Studi di Trieste, Dipartimento delle Scienze mediche, Chirurgiche e della Salute organizzano sabato 18 novembre 2017 un convegno su “I disturbi dell’apprendimento nel bambino - Una prospettiva neuropsicodinamica”.

Il convegno si terrà nell’Aula Magna della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori (Via F. Filzi 14, a Trieste) con inizio alle ore 9 e conclusione alle ore 17.

Ad affrontare il tema del convegno sono stati chiamati illustri psicanalisti di fama internazionale: Marianne Leuzinger-Bohleber, direttrice dell'Istituto Sigmund Freud a Francoforte sul Meno (Germania) e membro dell’IPA (International Psychoanalytic Association), Jorge Canestri  psicoanalista, didatta e psichiatra, membro dell'Associazione Italiana di Psicoanalisi, di cui è stato anche presidente, coautore del libro La Babele dell’Inconscio e Andrea Clarici psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico e psichiatra. Clarici è professore aggregato presso il Dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche (UNITS) e responsabile organizzativo del CFR e della Scuola di psicoterapia psicoanalitica. A stimolare la discussione con il pubblico che seguirà i singoli interventi Andrea Zanettovich, medico e psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico, direttore del CFR e della sede periferica di Trieste della Scuola di psicoterapia psicoanalitica (sede centrale in Ravenna) e Maria Chiara Passolunghi, professore ordinario di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, presso la Dipartimento di Scienze della Vita dell'Università di Trieste.

Sul tema del convegno, l’apprendimento nel bambino, vi è un vivo dibattito e sono innumerevoli le ricerche dedicate a stabilire se i disturbi dell’apprendimento del bambino (come la dislessia) siano predeterminati su base genetica o se possano essere anche determinate da fattori acquisiti. Può apparire improduttivo esplorare questo quesito ricorrendo a posizioni precostituite e già ampiamente sviluppate. Il Convegno organizzato dal CFR vuole porsi come arricchimento al dibattito con argomenti originali e stimolanti. La dott.ssa Leuzinger-Bohleber ha scelto di orientare il suo intervento su un tema di attuale interesse ancora poco affrontato e sul quale si è particolarmente dedicata: “I disturbi di apprendimento connessi al trauma” riportando le osservazioni provenienti dal progetto pilota STEP_BY_STEP di supporto ai rifugiati in un’istituzione in Germania. Anche il dott. Jorge CANESTRI stimolerà il dibattito con un intervento sullo sviluppo del linguaggio, con cenni ai bilingui e le sue ricadute nei disturbi dell’apprendimento nel bambino, offrendo un interessante contributo orientato verso una nuova visione degli interventi psicoterapici nella crescente complessità dello sviluppo simbolico e linguistico del bambino.

In una conversazione con la prof.ssa Passolunghi, il dott. Clarici presenterà un “Caso clinico di dislessia evolutiva trattato sia da un punto di vista psicologico che neuro-riabilitativo che rimarcherà la compatibilità tra queste prospettive e la necessità che il disturbo dell’apprendimento possa essere compreso e trattato nel bambino sia dal punto di vista emotivo-relazionale, sia dal punto di vista cognitivo.

Ad ogni intervento seguirà uno spazio riservato al dibattito con il pubblico.

Questa conferenza si rivolge a professionisti a contatto con bambini affetti da queste problematiche ma anche i non esperti troveranno ampio spazio di discussione in un linguaggio che non rimarrà confinato ai soli “addetti ai lavori”. Si cercherà anche di capire come tutte le parti coinvolte in queste problematiche (famiglie e operatori) possano lavorare insieme per modificare l’attuale tendenza ad adottare una metodologia schematica di protocolli troppo generalizzanti. Si fa sempre più rilevante l’esigenza di una metodologia che garantisca una migliore comprensione delle necessità specifiche del singolo bambino e della sua famiglia.

Il convegno è gratuito. Per motivi di numero di posti limitati in sala è necessario iscriversi all’indirizzo cfr.canova@gmail.com

La partecipazione è subordinata all’iscrizione all’Associazione culturale CFR per l’anno sociale 2017/18.

Maggiori informazioni sul Convegno e sulle modalità d’iscrizione sono reperibili sul sito: www.cfr.trieste.it/seminari-e-congressi/

 

 

Download: