Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Esami di Stato: FAQ

Stampa

 

Domande più frequenti sugli esami di Stato

  1. Quante volte l’anno si svolgono gli esami di Stato?
  2. In quanto tempo si conclude una sessione?
  3. Presso quali Università posso iscrivermi agli esami di Stato?
  4. Non ho ancora conseguito la laurea o terminato il tirocinio, posso iscrivermi all’esame di Stato?
  5. Come avviene l’iscrizione e quali versamenti bisogna fare?
  6. Quali sono i titoli di accesso per l’esame di Stato e in cosa consistono le prove?
  7. Chi nomina la Commissione giudicatrice e quando si conoscono i componenti?
  8. Come faccio a sapere dove si svolge la prima prova e il calendario delle prove successive?
  9. Chi fornisce il materiale necessario per le prove scritte e/o pratiche?
  10. Si posso consultare dei testi durante lo svolgimento delle prove?
  11. Come viene espressa la votazione di ogni singola prova?
  12. Come faccio a sapere se sono stato ammesso alla prova successiva?
  13. Come faccio a conoscere i punteggi conseguiti e se ho superato l'esame?
  14. Ho superato l'esame di Stato, è possibile avere un certificato e la pergamena originale come per la laurea?
  15. Cos'è la tassa regionale post abilitazione e come posso conoscere l'importo?
  16. Ho conseguito l'abilitazione. Come posso fare per iscrivermi all'Albo professionale?
  17. Mi sono iscritto all'esame ma sono stato assente. Posso presentare domanda per la sessione successiva conservando i pagamenti già effettuati?
  18. Nel caso in cui superi una o più prove e poi non posso presentarmi alle prove successive, posso completare l'esame nella sessione successiva sostenendo solo le prove mancanti?
  19. Si può ripetere l'esame di Stato? Esiste un limite massimo di volte in cui si può ripetere?
  20. Esistono dei corsi preparatori per l’esame di Stato presso l’Università di Trieste?
  21. Esiste un limite di tempo massimo entro cui sostenere l’esame di Stato dopo essersi laureati?

 

 

 

1. Quante volte l’anno si svolgono gli esami di Stato?
Sono previste due sessioni d’esame l’anno, una sessione estiva e una autunnale, di norma rispettivamente a giugno e a novembre. La data di inizio dell’esame, uguale in tutta Italia, è stabilita con Ordinanza del MIUR disponibile sul sito: www.miur.it.
Il calendario delle prove successive alla prima è stabilito dalla Commissione giudicatrice.
L’Ufficio Post lauream – Servizio esami di Stato predispone ogni anno, indicativamente tra marzo ed aprile, sulla base di quanto indicato nell’Ordinanza, il proprio Avviso con tutte le informazioni e le scadenze da rispettare.
Per quanto riguarda l’esame di Stato per Medico chirurgo l’Avviso specifico con tutte le informazioni viene predisposto e pubblicato indicativamente nel mese di gennaio. Le sessioni, estiva ed autunnale, iniziano con la prova pratica ovvero il tirocinio pratico valutativo, di norma ad aprile e a novembre per concludersi con la prova scritta rispettivamente a luglio e a febbraio.

 

2. In quanto tempo si conclude una sessione?
Dipende dal calendario delle prove che viene fissato dalla Commissione, di norma entro 3 o 4 settimane dall’inizio.
Per l’esame di Stato di Medico chirurgo la prova pratica ovvero il tirocinio pratico valutativo, ha una durata di tre mesi. L’esame si conclude con la prova scritta la cui data, così come quella di inizio della prova pratica, viene fissata con Ordinanza ministeriale.

 

3. Presso quali Università posso iscrivermi all'esame di Stato?
Ti puoi iscrivere in una delle sedi tra quelle indicate nell’Ordinanza. Non è vincolante l’Ateneo dove è stato conseguito il titolo di accesso. NON è possibile la contemporanea iscrizione in più sedi di esame e per più professioni.

 

4. Non ho ancora conseguito la laurea o terminato il tirocinio, posso iscrivermi all’esame di Stato?
Ti puoi iscrivere, tenendo presente che dovrai conseguire il titolo ovvero concludere il tirocinio, prima dell’inizio dell’esame.
Se ti iscrivi a Trieste per l’esame di abilitazione ma sei laureando in un altro Ateneo, dovrai presentare alla segreteria degli esami di Stato prima dell’inizio delle prove e comunque entro il termine che è indicato nell’Avviso, l’autocertificazione relativa al titolo conseguito. Nel caso in cui non consegui il titolo richiesto ovvero non concludi il tirocinio prima dell’inizio delle prove, non puoi partecipare agli esami e non è dovuto alcun rimborso dei pagamenti effettuati.

 

5. Come avviene l’iscrizione e quali versamenti bisogna fare?
Segui le indicazioni che trovi nell’Avviso pubblicato ogni anno sul sito dell’Ateneo alla sezione “Laureati” e quindi alla pagina web dedicata agli esami di Stato, selezionando la professione di interesse. I versamenti saranno due, un contributo a favore dell’Università ed uno all’Agenzia delle entrate.

 

6. Quali sono i titoli di accesso per l’esame di Stato e in cosa consistono le prove?
Sul sito dell’Ateneo alla sezione “Laureati” e quindi alla pagina dedicata agli esami di Stato troverai a seconda della professione di interesse, l’Avviso esami di Stato nel quale viene riportata tutta la normativa di riferimento con i titoli validi ai fini dell’accesso all’esame.
Troverai inoltre le tracce dei temi che sono stati proposti nelle passate sessioni d’esame. I temi cartacei relativi a sessioni più datate sono disponibili presso la segreteria Post lauream – servizio esami di Stato per essere visionati o estrarre copia a proprie spese, negli orari di apertura al pubblico.
 

 

7. Chi nomina la Commissione giudicatrice e quando si conoscono i componenti?
La Commissione è nominata dal MIUR su proposta dei Direttori di Dipartimento e degli Ordini professionali.
E’ resa pubblica sulla pagina web degli esami di Stato circa due o tre settimane prima dell’inizio della prima sessione e rimane in carica per entrambe le sessioni.
A differenza delle altre commissioni, quella per l’esame di Stato di Medico chirurgo non ha compiti valutativi e viene nominata con Decreto del Rettore.

 

8. Come faccio a sapere dove si svolge la prima prova e il calendario delle prove successive?
L’orario e il luogo di svolgimento della prima prova sono pubblicati sulla pagina web degli esami di Stato di norma qualche giorno prima dell’inizio.
Le date delle prove successive, ad eccezione dell’esame per Medico chirurgo, sono decise dalla Commissione giudicatrice e non appena comunicate alla segreteria esami di Stato, vengono pubblicate sulla medesima pagina web. Alcune volte vengono comunicate direttamente dalla Commissione ai candidati in sede di prima prova.
 

 

9. Chi fornisce il materiale necessario per le prove scritte e/o pratiche?
Tutto il materiale cartaceo, fogli protocollo siglati, buste ed eventuali fogli da disegno, lucidi e carta millimetrata, vengono consegnati ai candidati dalla Commissione.

 

10. Si posso consultare dei testi durante lo svolgimento delle prove?
Eventuali testi devono essere preventivamente autorizzati dalla Commissione.

 

11. Come viene espressa la votazione di ogni singola prova?
Ogni commissario esprime la votazione in decimi. La votazione comunicata riassume i voti dei singoli commissari. La prova è superata se viene raggiunto l’equivalente di sei/decimi. Per essere ammessi all’ultima prova è necessaria la sufficienza in tutte le prove precedenti.
La valutazione delle prove dell’esame di Stato per Medico chirurgo avviene secondo quanto previsto dalla specifica normativa riportata nell’Avviso reperibile sul sito dell’Ateneo.

 

12. Come faccio a sapere se sono stato ammesso alla prova successiva?
L’elenco degli ammessi alla prova successiva viene pubblicato sulla pagina web degli esami di Stato.
In alcuni casi la Commissione, dopo la correzione, affigge i risultati nella sede dove è stata svolta la prova.

 

13. Come faccio a conoscere i punteggi conseguiti e se ho superato l'esame?
Alla conclusione delle prove la Commissione trasmette gli atti alla Segreteria degli esami di Stato e dopo le verifiche necessarie, i nominativi degli abilitati saranno pubblicati sulla pagina web degli esami di Stato.
I punteggi parziali e quello finale di abilitazione saranno visibili nell’area personale alla conclusione dell’esame, effettuando il Login con le proprie credenziali.

 

14. Ho superato l’esame di Stato, è possibile avere un certificato e la pergamena originale come per la laurea?
Si, è possibile richiedere uno o più certificati di abilitazione. Per le amministrazioni pubbliche dovrai avvalerti unicamente delle Dichiarazioni sostitutive di certificazione.
Ai sensi del DPR 642/1972, a meno che non si tratti di un caso ove sia prevista l'esenzione, al certificato va applicata una marca da bollo valore vigente.
Per ottenere uno o più certificati segui le istruzioni che trovi sulla pagina web degli esami di Stato.
Il diploma originale di abilitazione è rilasciato in un unico esemplare e viene fornito dal MIUR alcuni anni dopo il superamento dell’esame di Stato. Sarà possibile ritirarlo presso l’ufficio Rilascio diplomi dell’Ateneo.
In ogni caso, sia per avere un certificato che la pergamena originale è necessario aver assolto al pagamento, una tantum, della tassa regionale post abilitazione, averne presentato la ricevuta alla segreteria esami di Stato e, per ritirare il diploma originale, aver fatto specifica richiesta in carta legale al Magnifico Rettore.

 

15. Cos’è la tassa regionale post abilitazione e come posso conoscerne l’importo?
La Tassa regionale post abilitazione è un’imposta che l’abilitato deve pagare, una tantum, a favore dell’ente regionale di diritto allo studio della regione dove ha conseguito la laurea.
Per i laureati all’Università di Trieste gli estremi del versamento sono reperibili alla pagina web degli esami di Stato.
Ogni Regione disciplina in maniera autonoma l’importo di tale tassa; i laureati presso altri Atenei devono informarsi presso l’Università che ha rilasciato il titolo di laurea sulle modalità di assolvimento.
La ricevuta del versamento deve essere consegnata all'Università dove è stato superato l’esame di Stato.

 

16. Ho conseguito l’abilitazione. Come posso fare per iscrivermi all’Albo professionale?
Per questo tipo di informazioni devi contattare direttamente l’Ordine professionale.

 

17. Mi sono iscritto all'esame ma sono stato assente. Posso presentare domanda per la sessione successiva conservando i pagamenti già effettuati?
Il candidato è considerato assente nel caso in cui non si presenti fin dal primo giorno di esame.
In questo caso conserverà i pagamenti già effettuati, salvo il versamento dell’eventuale conguaglio in caso di aumento e fermo restando che dovrà procedere con una nuova iscrizione entro i termini stabiliti.

 

18. Nel caso in cui superi una o più prove e poi non posso presentarmi alle prove successive, posso
completare l’esame nella sessione successiva sostenendo solo le prove mancanti?

No. In questo caso verrai considerato come “respinto”.
Per partecipare all’esame dovrai procedere con una nuova iscrizione e ripetere i pagamenti, sostenendo nuovamente tutte le prove, anche quelle già superate.

 

19. Si può ripetere l’esame di Stato? Esiste un limite massimo di volte in cui si può ripetere?
Nel caso di NON superamento dell’esame è possibile ripeterlo in sessioni successive, non esiste un numero
massimo di volte in cui si può ripetere e si può riprovare a superarlo presso qualsiasi sede.

 

20. Esistono dei corsi preparatori per l’esame di Stato presso l’Università di Trieste?
No. Qualora in futuro dovessero essere istituiti, tutte le informazioni verranno
pubblicate alla pagina web degli esami di Stato selezionando la professione di interesse.

 

21. Esiste un limite di tempo massimo entro cui sostenere l’esame di Stato dopo essersi laureati?
No, non è obbligatorio sostenere l’esame di Stato subito dopo essersi laureati e non esiste nemmeno un limite massimo di tempo entro cui sostenerlo, fermo restando la validità dei requisiti di accesso.

Informazioni aggiornate al: 12/05/2017 - 09:40